venerdì 26 novembre 2010

Grande successo per il convegno dell’Associazione Paguro.

E’ stato un successo il convegno di sabato mattina, organizzato dall’Assopaguro, in collaborazione con A.S.S.O. , Comune di Montalto ed ENEL. Una Platea gremita ha seguito l’interessante evento, iniziato alle 10:30 in punto, presso il centro informazioni della centrale Enel intitolata ad Alessandro Volta. La conferenza, si è articolata in tre eventi, tutti legati ad un argomento comune: “I porti di Vulci, tra mito e realtà”. L’intento degli organizzatori, oltre a dare una panoramica generale della situazione e dello sviluppo della società etrusca nella nostra zona, è stato quello di far conoscere ai presenti l’importanza dei porti etruschi –come Quello di Vulci e quello delle Murelle o porto di Regisvilla- fondamentali per il commercio tra l’Etruria ed il Mediterraneo. Ad “aprire le danze” è stata la preparatissima archeologa Giuditta Gattesca, che ha parlato di “Vulci e del suo processo di formazione”. La Dottoressa, ha spiegato come le origini del territorio di Vulci, risalgano addirittura al Paleolitico inferiore ed all’età del ferro. Molte, sono state le zone come Poggio Olivastro, Abbadia e Monte rozzi, che si sono unite per dare origine a quella che è stata senza dubbio una delle città tra le più importanti e rappresentative della storia d’Etruria. L’archeologa ha parlato infine dei punti cardine di Vulci, come la Tomba François, il tumulo della Cuccumella ed il Tempio Grande –VI° A.C.-. Il Dottor Mario Mazzoli, ha preso poi la parola parlando della sua associazione, la A.S.S.O. onlus, che si occupa di Archeologia , Subacqua, Spelologia e Organizzazione.... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO SU "TUSCIAMEDIA.COM"

giovedì 25 novembre 2010

Comunicato della Società Speleologica Italiana sulla proposta di utilizzo delle cavità sotterranee di Napoli come discariche di rifiuti

La Società Speleologica Italiana, associazione di protezione ambientale di riferimento per gli speleologi italiani, membro di Union International de Spéléologie (UIS) e European Speleological Federation (FSE), nel cui ambito operano le Commissioni Tecniche relative alle Cavità Artificiali, alla Salvaguardia aree di interesse speleologico e il Coordinamento di “Puliamo il Buio” e la Federazione Speleologica Campana, organo di rappresentanza speleologica regionale hanno appreso con sconcerto ed assoluta preoccupazione la notizia che il Sindaco di Napoli on. Rosa Russo Jervolino avrebbe avanzato l’ipotesi di utilizzare le cavità del sottosuolo partenopeo quali discariche di rifiuti.
Si tratta di oltre 700 ipogei dislocati al di sotto della città, molti dei quali di grande interesse storico ed artistico, scavati prevalentemente nei tufi, materiali porosi e permeabili. L'accumulo di rifiuti in tali cavità, comporterebbe il possibile definitivo inquinamento delle falde sotto la città e la potenziale formazione di pericolose ed incontrollabili sacche di gas, con conseguenti rischi per la salute pubblica. In ogni caso porterebbe al degrado e alla distruzione di un patrimonio culturale ancora in parte sconosciuto.
Comprendiamo la situazione di assoluta emergenza in cui si trova la città, ma il rimedio proposto non è sicuramente adeguato e sorprende che l’on. Jervolino, già Commissario Straordinario al Sottosuolo, possa aver formulato una tale proposta che peraltro è in contrasto con la Convenzione Europea del Paesaggio del 2002, con il D.L. 22 gennaio 2004 “Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio” (parte prima e artt. 142 e 143 della parte terza), al Piano Paesaggistico Regionale della Regione Campania (L.R. n. 16 del 22/12/2004) che applica il Codice Urbani, alle Norme sul Governo del Territorio del 06/06/2001 (art. 6 e successivi) che riferiscono del Piano Urbanistico Comunale della Città di Napoli, approvato nel giugno 2005 in adeguamento al Piano Paesaggistico Regionale. Le scriventi associazioni rilevano inoltre ulteriori problemi in ordine al ventilato utilizzo delle cave che, sulla base del Piano regionale delle attività estrattive, risultino abbandonate o dismesse. L’utilizzo quale discarica di tali siti, pur nel rispetto delle normative, se posti in aree carsiche, comporta gravissimi rischi per le falde acquifere il cui utilizzo spesso non è limitato alla sola regione Campania, e che costituiscono una parte considerevole delle riserve di acqua potabile disponibili in Italia.

Ci auguriamo che per lo stoccaggio dei rifiuti vengano prontamente individuate soluzioni che non compromettano irreversibilmente i sistemi carsici, le risorse idropotabili e il patrimonio storico – archeologico della regione Campania, già duramente provato dalla perdurante emergenza.


Giampietro Marchesi - presidente della Società Speleologica Italiana
Sossio Del Prete - presidente della Federazione Speleologica Campana

11 dicembre: Presentazione dell'allestimento museale: "LA NAVE ROMANA DEI DOLIA DI LADISPOLI"

Sabato 11 dicembre alle ore 10.00, presso il Museo del Mare e della Navigazione Antica del Castello Di Santa Severa (RM) si terrà la presentazione del nuovo allestimento museale della Nave dei Dolia di Ladispoli.

Interverranno alla manifestazione:
Piero Alfredo Gianfrotta (Università della Tuscia)
Valeria D’Atri (Soprintendenza Archeologica per l’Etruria Meridionale)
Francesco Paolo Arata (Musei Capitolini di Roma)
Flavio Enei (Museo del Mare e della Navigazione Antica Santa Marinella)
Nell’occasione verrà proiettato il documentario prodotto da Rai 1 con il racconto filmato dello scavo “Nel Mare degli Antichi” - La manifestazione sarà introdotta dai saluti dei sindaci Roberto Bacheca del Comune di Santa Marinella, Crescenzo Paliotta del Comune di Ladispoli e Gino Ciogli del Comune di Cerveteri

Dicembre 2010: presentazione del libro "POZZI DI NOIA" di Emmannuele Rossi

Il 09/12, ore 21, presso la libreria Bibli in Trastevere e il 14/12, ore 19, presso la libreria Altroquando in via del Governo Vecchio verrà presentato il nuovo libro dei Emmannuele Rossi, "POZZI DI NOIA" della casa editrice DEDA EDIZIONI (http://www.dedaedizioni.it/).
Il libro parteciperà anche alla fiera del libro di Roma "Più Libri Più Liberi" dal 4/12 al 8/12.
ACCEDI ALLE INFORMAZIONI SUL LIBRO

12 dicembre, Convegno Nazionale - “Le Grotte di Pastena e Collepardo: valori del patrimonio speleologico e ulteriori potenzialità turistiche”

Il Consorzio per la conservazione e valorizzazione del patrimonio speleologico delle “Grotte di Pastena e Collepardo” insieme alla Regione Lazio-Assessorato al Turismo, organizza un Convegno Nazionale per presentare, grazie al coinvolgimento di autorevoli relatori, il patrimonio speleologico delle Grotte di Pastena e Collepardo.
Pastena (Fr), Museo Speleologico Naturalistico – Salone di rappresentanza - 12 dicembre 2010 - Convegno: “Le Grotte di Pastena e Collepardo: valori del patrimonio speleologico e ulteriori potenzialità turistiche”

ACCEDI AL PROGRAMMA COMPLETO DEL CONVEGNO

sabato 13 novembre 2010

20 e 21 novembre: 1° International SpeleoMovie Web Festival

il 21 novembre, alle ore 18.00 circa, nell'ambito del "1° International SpeleoMovie Web Festival", verrà trasmessa sul web la versione integrale del nostro documentario "IL MISTERO DI SAN NILO".

Il programma del festival prevede un fitto programma di documentari e video sul sottosuolo. CLICCATE QUI PER ACCEDERE AL PROGRAMMA COMPLETO

Potrete seguire tutti i video e i documentari in diretta e in replica nei giorni seguenti sul "Napoli Underground Channel"

lunedì 8 novembre 2010

20 novembre, Montalto di Castro: Conferenza "I PORTI DI VULCI"

ASSOPAGURO in collaborazione con A.S.S.O. Onlus presenta il convegno:

"I PORTI DI VULCI: tra mito e realtà: un ponte tra l'Etruria e il Mediterraneo"

20 novembre 2010, alle ore 10.30, presso il Centro Informazioni della Centrale ENEL "Alessandro Volta" a Montalto di Castro (VT)
INGRESSO LIBERO
Interverranno:
  • Dott.ssa Giuditta Gatteschi (Archeologa): "Vulci ed il suo processo di Formazione"
  • Dott. Mario Mazzoli (Dir. Generale ASSO Onlus): "Dai relitti alle grotte"
  • Dott. Vittorio Gradoli (Presidente ASD AssoPaguro): "Vulci, i suoi porti ed i suoi commerci in mare"