Aiuta la A.S.SO.!

venerdì 28 settembre 2012

Mostra: "I PREDATORI DELL'ARTE E IL PATRIMONIO RITROVATO - LE STORIE DEL RECUPERO" (29 settembre - 15 dicembre 2012)

Sabato 29 settembre, alle ore 17,30 nella "Sala di Venere" al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia verrà inaugurata la mostra "Predatori dell'Arte e il patrimonio ritrovato ... le storie del recupero". 


Saranno esposti per la prima volta alcuni importanti materiali archeologici, scelti tra i circa tremila reperti ceramici e bronzei, per la maggior parte di provenienza italiana, sequestrati nel 1995 dai Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale al Porto Franco di Ginevra e restituiti allo Stato dopo una lunga battaglia legale. 
Con l'ausilio di immagini e documenti tratti dal sequestro, la mostra ripercorrerà il lungo e avventuroso viaggio compiuto dai capolavori recuperati, esaminando le rotte del traffico illecito che consentivano, subito dopo gli scavi clandestini, l'immediato trasferimento degli oggetti dall'Italia alla Svizzera, prima importante tappa del percorso. Verranno rivelati gli articolati sistemi di "ripulitura"dei materiali e come si costruivano le certificazioni di "legittima provenienza" per ogni oggetto illecitamente scavato, probabilmente destinato già in origine ad incrementare le raccolte dei più noti musei del mondo. 
La mostra intende far conoscere al grande pubblico l'intenso lavoro compiuto in questi anni dalla Magistratura, affiancata dai Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, dalla Guardia di Finanza e dagli archeologi della Soprintendenza, che ha consentito di ottenere risultati importantissimi, percepibili non solo attraverso l'elevatissimo numero di reperti recuperati, ma soprattutto nel significativo calo degli scavi clandestini nelle aree archeologiche di Cerveteri, Vulci,Tarquinia, un tempo oggetto di vere e proprie razzie. La mostra, che rimarrà aperta fino al 15 dicembre 2012, è un'occasione per vivere il lungo e silenzioso "giro del mondo"compiuto dai capolavori archeologici recuperati, fortunatamente finito dove era iniziato. (Orario:  dal martedì alla domenica 8.30-19.30 / Contatti: tel. 063226571 - mail: sba-em.comunicazione@beniculturali.it)

ACCEDI AL SITO UFFICIALE DEL MUSEO NAZIONALE ETRUSCO DI VILLA GIULIA

IL PAESAGGIO PASTORALE ITALIANO: UN PATRIMONIO CULTURALE D'EUROPA


lunedì 24 settembre 2012

On-line gli abstracts del convegno UNESCO di archeologia subacquea di Bruxelles


Sono disponibili online, e liberamente scaricabili a questo indirizzo gli abstracts dei lavori presentati al Colloquio Scientifico Internazionale dell'UNESCO sui fattori che incidono sul Patrimonio Culturale Sommerso; l'importante incontro, tenutosi a Bruxelles tra il 13 e il 15 dicembre 2011, ha visto la partecipazione di alcuni fra i personaggi più rappresentativi nel panorama mondiale dell'archeologia sottomarina, che hanno voluto salutare così il decennale della Convenzione UNESCO per il Patrimonio Culturale Subacqueo del 2001. Presto saranno disponibili, sempre online, anche tutte le presentazioni: la condivisione e la libera circolazione delle idee e delle conoscenze, la cooperazione internazionale e la ricerca di una strategia comune nel campo dello studio e della protezione del nostro Patrimonio Sommerso, tutti obiettivi espressamente citati nella Convenzione del 2011, partono anche e soprattutto da qui. 
(Notizia ripresa dal sito archeologiasubacquea.blogspot.it)

Roma, 25 settembre 2012: Convegno ARCHEOMAR: "Il paesaggio preistorico sommerso. Contributi dall'archeologia subacquea, dalla geologia e geomorfologia marina":


I CONVEGNI ARCHEOMAR - Workshop Internazionale di GEO-ARCHEOLOGIA 
Martedì 25 Settembre 2012 
Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Via di San Michele,22 - Sala dello Stenditoio. 

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Direzione Generale per le Antichità Progetto Archeomar – Carta Archeologica delle Acque Italiane - d’intesa con la Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana e il Comitato Scientifico SPLASHCOS hanno organizzato una giornata di studio sul tema “Il paesaggio preistorico sommerso. Contributi dall’archeologia subacquea, dalla geologia e geomorfologia marina”. Saranno esposti vari casi di studio sul rapporto esistente tra le testimonianze archeologiche preistoriche sommerse, la variazione del livello del mare, le dinamiche di formazione e trasformazione della stratigrafie. Il Workshop precede l’altro convegno organizzato presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università “La Sapienza” nell’ambito del progetto europeo COST dal titolo “Sea level changes during last climatic cycle and its impact on prehistoric communities” del 26 Settembre 2012 . Gli studiosi e gli interessati del settore sono invitati a partecipare. Ingresso Libero 


Per chi non ha la possibilità di essere presente fisicamente, il Convegno può essere seguito attraverso la Web Conference collegandosi dal proprio PC in “STREAMING” fruibile all’indirizzo mms://194.242.227.71/mibac . Per la visualizzazione è necessario l’utilizzo del software Windows Media Player o, in alternativa, del programma Video Lan (VLC).

venerdì 21 settembre 2012

Recensione del nostro documentario "COSA C'E' SOTTO?!" su "Opera Ipogea"

Sull'ultimo numero della rivista "OPERA IPOGEA" è stata pubblicata una recensione di Roberto Bixio del documentario "COSA C'E' SOTTO?!" di Massimo D'Alessandro e Mario Mazzoli, prodotto dalla nostra associazione.




"Ho sperimentato personalmente il video in un incontro con il pubblico e in un corso di speleologia affascinando, in entrambi i casi, i presenti! Il segreto? Qualità professionale, regia agile, commento sintetico e incisivo, riprese straordinarie in ambienti certamente non facili da filmare ed estremamente suggestivi per loro natura. Opportune le citazioni di Leonardo Da Vinci, Verne, Melville. I contenuti: archeologia subacquea, speleologia subacquea e non, speleologia in cavità artificiali, presentati con una serie di flash su esperienze condotte dalla organizzazione romana AS.S.O, "Archeologia Subacquea Speleologia Organizzazione", un team di appassionati prima ancora che di stimati specialisti in beni culturali "sotterranei" e tecniche multidisciplinari, che non ha bisogno di
presentazioni. Ottima l'idea di confezionare due documentari equivalenti per contenuti, di
diversa lunghezza (32' è 9') da usare a seconda delle occasioni, ad esempio in abbinamento alle presentazioni powerpoint realizzate dalla Società Speleologica Italiana, con le quali il video è in perfetta sintonia. Il DVD è realizzato in collaborazione con la Studio Blu Production e con il contributo della Regione Lazio."
Roberto Bixio

giovedì 20 settembre 2012

RELITTO DEL "PLINIO": IL VIDEO DELL'IMMERSIONE



E' con estremo piacere che  presentiamo un video di Pier Paolo Montali e Mario Spagnoletto che è stato davvero difficile e faticoso realizzare: quello sul relitto del Plinio, nave d'epoca affondata nel dicembre del 2010 nel lago di Mezzola, a nord di quello di Como ed in provincia di Sondrio. Le sue acque torbide e freddissime hanno reso davvero un'impresa la loro opera. Un ringraziamento affettuoso va all'amico Lorenzo Bettiga per la sua strenua determinazione nella volotà del recupero del relitto ed all'intelligente opera del Sindaco di Verceia, Luca della Bitta, sensibile alla necessità di regolarizzare e tutelare anche questa importantissima imbarcazione, memoria assoluta della passata storia della nostra navigazione in acqua interne.

lunedì 10 settembre 2012

Le cannoniere di Saranda: una piccola flotta da guerra sui bassi fondali Albanesi

Un interessante articolo con foto pubblicato sul numero di luglio della rivista "SUB" del nostro amico Igli Pustina sui relitti di una piccola flotta da guerra affondata nel mare di Saranda, in Albania. 
A 18 metri si possono vedere le motosiluranti Classe Huchuan tipo 25 e a 24 metri le tipo 062-1. Sono tutte in ottimo stato e alcune sono in assetto di navigazione. A bordo ci sono ancora gli armamenti e gli strumenti e moltissimi sono i pesci che le hanno scelte come rifugio. Visibili anche due grosse autovetture precipitate in mare.... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO A QUESTO LINK

sabato 8 settembre 2012

Corso Base di Videoripresa subacquea - 6 e 7 ottobre (a cura di Easy Dive)


Easydive organizza un corso base di video-ripresa subacquea per i giorni 6 e 7 ottobre 2012. - La location del corso è nella repubblica di San Marino e verrà svolto in collaborazione con Diving World San Marino
La scelta di San Marino è dovuta non solo alla qualità dei servizi offerti (piscina, hotel ) ma anche alla possibilità di intrattenimento per tutta la famiglia (outlet, free shop etc). Il costo del corso è di 250 euro  con incluso il "manuale di video-ripresa subacquea" di Mauro Francesconi.
Per qualsiasi informazione rivolgersi a: Mauro Francesconi (direttore del corso) 3356038320 - maurovisual@tin.it - Fabio Benvenuti (titolare Easydive) 0544962923 - info@easydive.it - 

Per ulteriori informazioni scarica il PDF con il programma del corso.