lunedì 30 dicembre 2013

Articolo sul "PROGETTO ALBANUS" pubblicato su "IL MESSAGGERO" del 22 dicembre 2013

Su "IL MESSAGGERO" del 22 dicembre 2013 è stato pubblicato un articolo sul "Progetto Albanus", relativo all'esplorazione e il recupero dell'emissario del Lago Albano da parte di HYPOGEA, Federazione dei gruppi speleologici del Lazio per le cavità artificiali, composta da ASSO, CRS EGERIA e ROMA SOTTERRANEA. 


Speciale sul bimillenario di AUGUSTO sull'ultimo numero della rivista "ARCHEOLOGIA VIVA" in questi giorni in edicola

E' in edicola il numero di gennaio/febbraio della rivista "ARCHEOLOGIA VIVA" con un ricco speciale dedicato al bimillemario dell'imperatore AUGUSTO da non perdere.


Inoltre è presente un'articolo dell'archeologa Giuliana Galli sugli scavi e la bonifica della Villa dei Quintili effettuata con la collaborazione della nostra associazione ASSO nel mese di luglio: cliccare qui per visualizzare il post relativo con la galleria fotografica ed il servizio video di Alfredo di Giovampaolo del TG3.

sabato 28 dicembre 2013

NUOVE SCOPERTE, ESPLORAZIONI E LUNGHE ATTESE: il consuntivo delle attività 2013 del Centro Ricerche Sotterranee EGERIA, official partner ASSO

Pubblichiamo qui Il resoconto delle attività di studio ed esplorazione del CRS EGERIA, official partner ASSO,  svolte nel 2013. Alcune operazioni sono state condotte insieme alla nostra associazione ASSO e al gruppo di Roma Sotterranea. Ricordiamo che questi tre gruppi sono anche i fondatori di HYPOGEA, Federazione dei gruppi speleologi del Lazio per le cavità artificiali.

E’ stato un anno un po’ strano il 2013, di quelli in cui si alternano entusiasmo, determinazione, sconforto e di nuovo soddisfazione senza soluzione di continuità. Le attività di ricerca ed esplorazione si sono moltiplicate, anche grazie alle rinsaldate collaborazioni con altri gruppi speleologici del Lazio e con studiosi indipendenti. Nel contempo gli adempimenti burocratici per l’ottenimento di alcune autorizzazioni e convenzioni ha assorbito (talvolta davvero incomprensibilmente) una infinità di tempo ed energie. Ma il bilancio, in chiusura d’anno, è assolutamente positivo.   Nella provincia di Roma le ricerche sulla collina del Tuscolo ci hanno portato finalmente, dopo vari tentativi infruttuosi, all’individuazione e riscoperta dell’antico...... CONTINUA A LEGGERE SU EGERIA SPELEOLOGICAL BLOG

Decimo incontro di "Archelogia Viva"

Domenica 2 marzo 2014, dalle 8 alle 19, al Palacongressi di Firenze, si svolge il X Incontro Nazionale di Archeologia

È una grande occasione di aggiornamento culturale e siete invitati. 

Chi arriva in treno può usufruire di uno sconto Trenitalia (seguire le modalità indicate).  

Approvato il regolamento "Buone prassi per lo svolgimento in sicurezza delle attività subacquee di Ispra e delle agenzie ambientali"

AIOSS (Associazione Italiana Operatori Scientifici Subacquei) ha il piacere di annunciare che il documento di "Buone prassi per lo svolgimento in sicurezza delle attività subacquee di Ispra e delle agenzie ambientali" è stato approvato dalla Commissione Consultiva Permanente del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.
Il documento è scaricabile dal sito del Ministero oppure, completo di copertina, dal sito di AIOSS.
Questo documento sancisce definitivamente per lo Stato italiano il riconoscimento dell'esistenza di una categoria di lavoratori che svolge immersione a carattere scientifico e che hanno come standard di riferimento formativo quelli approvati dall' European Scientific Diving Panel.
E' doveroso spiegare che questo documento contempla specificatamente le attività svolte a fini istituzionali dalle agenzie ambientali ma anche tutte quelle assimilabili. Purtroppo non può coprire tutto il vasto panorama delle immersioni scientifiche, soprattutto quelle più impegnative per le quali occorrono ulteriori analisi ai fini della sicurezza. L'adozione di queste buone prassi, su base volontaria da parte dei datori di lavoro, garantisce un rapporto privilegiato da parte di INAIL.

lunedì 16 dicembre 2013

PhD - Cultural evolution of humpback whale song using agent-based models

A 3yr PhD studentship (fully funded for UK/EU students, overseas fee waivers possible for exceptional non-EU candidates) is available at the Sea Mammal Research Unit (SMRU), University of St Andrews, starting April 2014. 

The studentship is part of a collaborative and highly interdisciplinary research project funded by the Leverhulme Trust involving the Interdisciplinary Centre for Computer Music Research (ICCMR) at Plymouth University and the Cetacean Ecology and Acoustics Laboratory (CEAL) at the University of Queensland, Australia. The aim of the PhD project will be to study the cultural evolution of humpback whale song using agent-based models developed in conjunction with another PhD student being recruited at ICCMR. The two students will work closely to visit the University of Queensland and collate a database of song recordings, which will be used to test how well models are able to reproduce observed changes in song across years. 

The studentship advertised here will then involve describing the variation in both high-level song grammar and the acoustic structure of the song units within and between individuals and year. Both students will work together to develop biologically plausible simulation models that the SMRU student will use to understand how factors such as learning rules, zones of influence, and population density affect how songs evolve, and identify those conditions under which the song evolution best approximates that observed in nature in both evolutionary and revolutionary modes. Another primary aim is to incorporate replicator dynamics into the simulation models to test functional hypotheses for the evolution of culturally-transmitted song in humpbacks. Should these goals be met, secondary objectives will include the application of the modelling framework to a broader range of culturally-evolving animal vocal patterns. The project has a large quantitative and computational component, and will require a broad-minded approach to interdisciplinary research. Evidence of experience in Matlab is therefore essential, and R desirable. Experience of acoustic analysis and/or computational modelling are desirable, as is evidence of effective communication skills suitable for or direct experience of interdisciplinary research. 

Candidates must be available to start in April 2014. The student will work under the supervision of Dr Luke Rendell (ler4@st-andrews.ac.uk). Interested candidates should apply by January 31st 2014 only by using the online procedures here:  http://synergy.st-andrews.ac.uk/research/phd-study/ .

sabato 7 dicembre 2013

14 dicembre 2013: Convegno “Volontari per i Beni Culturali”

Sabato 14 dicembre, a partire dalle ore 16.00, avrà luogo il Convegno “Volontari per i Beni Culturali” che farà il punto sulle attività di ricerca, tutela e valorizzazione svolte dal Gruppo Archeologico del Territorio Cerite nel 2013 presso il Museo Civico e nel territorio di Santa Marinella, Cerveteri, Ladispoli e Fiumicino. 

Con l’occasione sarà presentato il nuovo Quaderno di Studi dedicato agli scavi e alle ricerche in corso sul sito dell’antica città romana di Castrum Novum presso Capo Linaro con la supervisione della Soprintendenza Archeologica per l’Etruria Meridionale: “Castrum Novum. Storia e archeologia di una colonia romana nel territorio di Santa Marinella”, curato dallo scrivente in collaborazione con i colleghi francesi Sara Nardi Combescure e Marie-Laurence Haack dell’Università di Amiens e con Grégoire Poccardi dell’Università di Lille 3. Il Quaderno raccoglie i contributi di studio di numerosi autori.




giovedì 7 novembre 2013

LE NAVI DI PISA: UNA QUESTIONE ANCORA "PENDENTE" (articolo di Carlo Beltrame dal numero 54 dell'Archeologo Subacqueo)

"L'Italia non è un paese normale: questa è l'osservazione che sempre più spesso in patria e all'estero sentiamo emettere da chi consideri le nostre vicende politiche, sociali, economiche e per quello che più qui ci riguarda - culturali. Giudizio che, però, suona alle nostre orecchie quasi assolutorio ed ingiustificatamente benevolo di fronte a decenni di malversazioni, di corruzione ad ogni livello, di superficialità, d'impreparazione tecnica e gestionale della nostra classe politica ed amministrativa, di generalizzata accondiscendenza ed ignoranza collettiva. 

Sconforta infatti rilevare come, pur nell'avvicendarsi di governi di segno diverso, nulla sia mutato nella sostanza, in un "gattopardismo" dilagante che ha paralizzato il paese bloccando sul nascere qualsiasi ipotesi di cambiamento o di concreta inversione di tendenza. La mala gestione dei beni culturali, a ben vedere, rappresenta uno degli indicatori più significativi del basso livello raggiunto dall'Italia tra le cosiddette democrazie evolute. 

Il degrado inarrestabile del nostro multiforme patrimonio, I'esiguità delle risorse ad esso destinate (appena lo 0,2 % della spesa pubblica), l'evidente anoressia dei ruoli tecnici del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, la conseguente incapacità di tutelare i beni archeologici e storico-artistici presenti su tutto il territorio nazionale, sconvolto da speculazioni edilizie, da dissennate..... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO COMPLETO (PDF)




Disponibili gli atti del "Joint International Scientific Diving Symposium AAUS/ESDP 2013"

 

Sul sito web dell'American Academy of Underwater Sciences sono disponibili gli atti completi del "Joint International Scientific Diving Symposium AAUS/ESDP 2013".  A questo link è possibile scaricare il file pdf con il testo

On the website of the American Academy of Underwater Sciences it's available the complete Proceedings of the "Joint International Scientific Diving Symposium AAUS / ESDP 2013"    At this link you can download the pdf file with the complete text

lunedì 14 ottobre 2013

60 subacquei all’isola Bisentina per la 5^ edizione di “Archeo Sub a Bolsena”

Si è svolta lo scorso 29 settembre la 5^ edizione di “Archeo Sub a Bolsena", la manifestazione promossa dal Centro Ricerche della Scuola Sub del Lago di Bolsena.


Nonostante le pessime condizioni meteo l’evento è stato un vero successo, 60 subacquei si sono immersi al largo bell’isola Bisentina sul percorso Archeologico Naturalistico di Punta Zingara. Il piccolo ma suggestivo paesino, circondato dai monti Volsini, ha offerto la sua straordinaria cornice ad un momento magico, chi è rimasto a terra ha potuto ammirare il caratteristico mercatino dell’antiquariato, il nuovo Acquario, il Museo Territoriale del Lago di Bolsena e la stupenda città romana di Volsinii, itinerari questi inclusi nel biglietto offerto dall’organizzazione a tutti i partecipanti. Come al solito la valorizzazione la conoscenza ed il rispetto per l’ambiente sono il punto di forza dell’iniziativa che si svolge con il pieno appoggio del Comune di Bolsena e della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale....  CONTINUA A LEGGERE LA NOTIZIA SU RADIOGIORNALE NEWS

lunedì 7 ottobre 2013

Il nuovo libro di Luigi Casciotti: GLI ACQUEDOTTI DI PRAENESTE. NUOVE IPOTESI SUL TEMPIO DELLA FORTUNA PRIMIGENIA

Sabato 12 ottobre alle ore 17.45, presso la Sala Consiliare del Comune di Castel San Pietro Romano, in via Vittorio Veneto si è tenuta la presentazione del libro "GLI ACQUEDOTTI DI PRAENESTE. NUOVE IPOTESI SUL TEMPIO DELLA FORTUNA PRIMIGENIA" di Luigi Casciotti. 
CLICCARE SU QUESTO LINK PER LA DESCRIZIONE DEL LIBRO ED ALCUNE FOTO ESTRATTE DALLA PUBBLICAZIONE

Chi eventualmente fosse interessato all'acquisto del libro (rilegato in brossura filo di refe, pagg. 184, 50% colore) il costo e' di Euro 20,00 + 2,00 per la spedizione postale. Per le informazioni e le modalita' del pagamento: l.casciotti@alice.it oppure carla.galeazzi3@alice.it

mercoledì 2 ottobre 2013

5 ottobre 2013: STORIA E AREE SOTTERRANEE - La ASSO e SORIANO nel CIMINO

Sabato 5 ottobre alle ore 17.00, presso la Sala Consiliare del Comune di Soriano nel Cimino (VT) la A.S.S.O. incontrerà la popolazione per parlare di Storia ed Aree sotterranee e verrà proiettato il documentario di Massimo D'Alessandro "IL MISTERO DI SAN NILO" riguardante le ricerche nel sottosuolo della omonima Abbazia a Grottaferrata (RM). L'ingresso è libero.

martedì 1 ottobre 2013

SOTTOTERRA ... IN VOLO


Un team di specialisti per ricerche in ambienti sotterranei, composto da tecnici delle organizzazioni ROMA SOTTERRANEA e A.S.S.O., ha condotto delle inusuali ricerche presso la DOMUS AUREA a Roma con l'obiettivo di verificare delle aree sotto-volta il cui accesso si sarebbe rivelato pericoloso. Sono stati impiegati dei "droni", anche sperimentali, che hanno effettuato riprese e foto di particolare qualità ed affidabilità.
Il supporto specialistico per tali operazioni è venuto da CLOUD-CAM (partner A.S.S.O. per l'utilizzo di droni a fini di ricerca archeologica e verifiche di monumenti) che progetta e realizza droni per tutti gli impieghi.
Come nel caso di "bimbo", il micro-drone già utilizzato dalla A.S.S.O. per la verifica di eventuali accessi in parete e sperimentato anche all'interno di un acquedotto Romano nei pressi di Grottaferrata di cui è qui disponibile una breve galleria fotografica.




mercoledì 25 settembre 2013

E' on-line il nuovo sito web dell'Accademia Internazionale di Scienza e Tecniche Subacquee

Siamo lieti di annunciare che è attivo il nuovo sito dell' Accademia Internazionale di Scienza e Tecniche Subacquee (www.underwateracademy.org). Vi invitiamo a visitarlo!  


Tra le foto presenti nella home-page uno speleosub della A.S.S.O. durante la spedizione speleosubacquea nella Risorgenza di su Gologone in Sardegna in supporto all'esplorazione di Alberto Cavedon. (foto di Attilio "Poppi" Eusebio)

lunedì 23 settembre 2013

NUOVO ALLESTIMENTO DELLA BIGA DI CASTRO


Viene presentato al pubblico il nuovo allestimento dei materiali archeologici ritrovati nel sepolcro scoperto nel 1967 nel territorio di Ischia di Castro. Di eccezionale importanza la biga ritrovata nella camera funeraria, il primo carro etrusco ad essere stato ricostruito in modo convincente nelle sue caratteristiche strutturali e decorative. La ricostruzione del veicolo, realizzata nel 1985, fu resa possibile grazie all’applicazione esemplare da parte dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro di tecniche di conservazione sullo scavo allora all’avanguardia.  CLICCARE QUI PER MAGGIORI INFO

martedì 10 settembre 2013

21 settembre 2013, Castello di Santa Severa: CONVEGNO STUDIUM MARIS


Convegno “Studium Maris”
21 Settembre 2013 - ore 10-17 - Castello di Santa Severa

“Studi e ricerche interdisciplinari sulla fascia costiera, la portualità storica e l’evoluzione dell’assetto geoambientale ed antropico del territorio”


Museo del Mare e della Navigazione Antica - Castello di Santa Severa
Via del Castello (Aurelia SS1 km 52,600) 00050 Santa Severa (RM)


Un viaggio emozionante nel passato per esplorare e ricostruire le linee di costa del “Mare Nostrum”. Un’occasione di conoscenza e confronto per le ultime ricerche in atto in campo geologico, archeologico e paleoambientale ai fini della ricostruzione dei paesaggi litoranei antichi, della portualità e degli insediamenti costieri. Prenderemo in esame l’antica costa del Lazio per mettere a confronto le due grandi civiltà che la abitarono: gli Etruschi ed i Romani. Interverranno come sempre esperti ricercatori e divulgatori in grado di poter coinvolgere ed appassionare il grande pubblico. Crediamo fermamente che a monte della tutela e della valorizzazione del nostro Patrimonio Culturale ci debba essere una corretta educazione ed il coinvolgimento di ogni cittadino; da qui scaturisce la nostra idea di creare un nuovo modo di concepire la divulgazione scientifica che troppe volte è rivolta ad un pubblico di soli specialisti. Gli argomenti trattati quest'anno saranno i seguenti: "Studi e ricerche interdisciplinari sulla fascia costiera, la portualità storica e l'evoluzione dell'assetto geoambientale ed antropico del territorio" 

PROGRAMMA:
  • 10:00  STUDIUM MARIS - Francesco Diamanti (Associazione Studium Maris)
  • 10:15  Saluto del Gruppo Tutela Patrimonio Archeologico della Guardia di Finanza
  • 10:30  Saluto dell’A.N.I.S. - Diego Bertolani
  • 10:45  Pyrgi Sommersa: alle origini del porto dell’antica Caere - Flavio Enei (Museo del Mare e della Navigazione Antica di Santa Severa)
  • 11:15 L’antico popolamento del Lazio costiero - Annalisa Zarattini (MIBAC - Soprintendenza Archeologica del Lazio)
  • 11:45 Archeologia e tecnologie multimediali, dall’analisi dei dati alla sintesi divulgativa - Paolo Carafa (Cattedra di Archeologia e Storia dell’Arte Greca e Romana - Università “La Sapienza” di Roma)
  • 12:15  Archeologia subacquea e archeometria: le anfore come indicatore dell'antica realtà produttiva - Giuliana Galli (Associazione Italiana Archeologi Subacquei)
  • 12:45  “.. buffet …. con i droni...”
  • 14:30  Volare nella storia - Massimo D’Alessandro (A.S.S.O.) Francesco Marsala (Cloud-Cam)
  • 15:00  Formazione ed evoluzione della linea di costa del Lazio - Daniela Dolfi (Università “La Sapienza” Roma)
  • 15:30  Archeologia subacquea in Albania: la baia di Valona - Mario Mazzoli (A.S.S.O. / Studium Maris)
  • 16:00 Castrum Novum - Capo Linaro, Santa Marinella: materiali per la carta archeologica del fondale - Stefano Giorgi (GATC) 
INGRESSO GRATUITO - Previsto un rinfresco per pranzo al Castello di Santa Severa

Per informazioni: Tel.0766 570209 / mail: info@studiummaris.com



domenica 1 settembre 2013

MARE SICURO ... ANCHE NEI RELITTI

Nell'ambito del programma "MARE SICURO" della Guardia Costiera, specialisti della A.S.S.O. e della Scuola Nazionale di Speleologia Subacquea della Società Speleologica Italiana, sono stati incaricati di effettuare dei sopralluoghi su due relitti di navi affondate nelle acque di Civitavecchia (ASIA e ADERNO') al fine di documentarne lo stato.
Le operazioni sono state condotte con il supporto logistico della Guardia Costiera e in collaborazione con il Nucleo Carabinieri Subacquei di Roma. Le riprese aeree, effettuate tramite l'impiego di droni, sono state effettuate dalla CLOUD-CAM, partner ASSO.

venerdì 30 agosto 2013

31/08/2013: parte il "PROGETTO ALBANUS": campagna di studi triennale sull'Emissario di Albano (Roma)

        
Foto Carlo Germani (Centro Ricerche Sotterranee EGERIA)
                      
Sabato 31 Agosto 2013 la Federazione dei gruppi speleologici del Lazio per le cavità artificiali HYPOGEA varerà ufficialmente il “Progetto Albanus: studio e documentazione dell’antico emissario di Albano” grazie all’autorizzazione della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio e dell’Ente Parco Castelli Romani. Nella giornata di sabato sarà effettuato il primo sopralluogo speleologico esplorativo del sito. Fu realizzato per regolare il livello del lago di Albano, privo di un emissario naturale, in caso di eccessivo innalzamento delle acque, rendendo abitabili e coltivabili le rive del lago. Si tratta di un’opera di straordinario valore storico, archeologico e speleologico sino ad oggi scarsamente indagata per l’oggettiva difficoltà di percorrenza dello speco, quasi completamente allagato. 

La presenza di imponenti depositi concrezionali rende inoltre l’accesso dall’incile percorribile solo con tecniche speleo-subacquee. L’emissario fu esplorato parzialmente nel 1955 e nel 1958 da Dolci, nel 1958 da Chimenti e Consolini e nel 1978 da Vittorio Castellani che, con Cardinale e Vignati, stese per la prima volta il rilievo completo della struttura dopo numerose ed impegnative ricognizioni che tuttavia non consentirono di percorrere interamente lo speco. La complessità delle operazioni suggerisce di preventivare la durata delle attività esplorative e di studio su un intervallo temporale di almeno tre anni. La campagna di studi denominata “Progetto Albanus”, sarà condotta dai tecnici e ricercatori di Hypogea in stretta collaborazione con la Soprintendenza e con l’obiettivo di esplorare, studiare e documentare l’antico emissario. Il progetto è dedicato alla memoria del Prof. Vittorio Castellani, insigne accademico e speleologo
(http://www.speleology.it/vittorio.html). 

 L’emissario del lago di Albano (o di Castel Gandolfo) è il più noto fra le molte strutture di regimazione dei laghi vulcanici dei Colli Albani ed è anche l’unico citato da fonti storiche (Tito Livio V, 15; Dionigi d’Alicarnasso I, 66 e Piranesi). La tradizione storica colloca l’emissario di Albano tra i più arcaici reperti documentati dell’opera cunicolare romana, secondo solo alla costruzione della Cloaca Massima. Ma non mancano ipotesi che attesterebbero la realizzazione dell’emissario in epoca ancora più antica (V. Castellani, 1999).

Gli studi di dettaglio potranno essere svolti successivamente all’acquisizione di dati più recenti e consentiranno di verificare lo stato attuale dei luoghi, effettuare un rilievo topografico della struttura con moderna strumentazione e restituzione CAD, acquisire la documentazione fotografica e filmata ed effettuare le necessarie analisi ambientali per valutare la possibilità di un intervento – almeno parziale – di bonifica del condotto, la tutela del sito e fornire suggerimenti in ordine alla sua valorizzazione. Il contributo e l’esperienza delle organizzazioni speleologiche afferenti ad HYPOGEA (A.S.S.O, Centro Ricerche Sotterranee Egeria e Roma Sotterranea) è imprescindibile in quanto l’esplorazione presenta tutte le difficoltà peculiari degli ambienti ipogei quali la presenza di tratti allagati, la necessità di muoversi in stretti cunicoli superando zone concrezionate, crolli e probabili dissesti e la progressione richiede l’utilizzo di specifiche tecniche speleologiche e speleosubacquee ormai ampiamente collaudate, che possono trovare sintesi solo in un gruppo di lavoro multidisciplinare quale il nostro. 

mercoledì 28 agosto 2013

"SPELEOLOGIA SUBACQUEA: MONDI SOMMERSI E GROTTE IN MARE" (di Mario Mazzoli, General Manager ASSO) - Rivista della Guardia costiera, giugno 2013

      

Sul numero di giugno 2013 della rivista della GUARDIA COSTIERA è stato pubblicato un articolo di Mario Mazzoli, General Manager della A.S.S.O., sulle esplorazioni speleosubacquee in grotta e in mare.

"Un gommone si avvicina alla falesia calcarea, occupato da subacquei carichi di attrezzature. Da un secondo natante, attraccato sotto costa, altri sub stanno calando in acqua una specie di siluri e delle telecamere. Ma cosa ci fanno dei subacquei così bardati in una zona dove il fondale è meno di sette metri? Stanno esplorando una sorgente che si apre sulla parete di roccia, a pochi metri di profondità ma che prosegue all’interno del massiccio montuoso sovrastante il Golfo di Orosei per più di due chilometri. Veicoli subacquei, respiratori a circuito chiuso, fari, filo di Arianna .. sono speleo subacquei. Quando si pensa ad uno speleo subacqueo lo si vede nel fondo di una grotta, sporco di fango, attorniato dai colleghi speleologi che dopo avergli trasportato le attrezzature lo aiutano a rimontarle e a vestirsi sul bordo del sifone che impedisce alla spedizione di proseguire l’esplorazione della grotta che, a quel punto, può essere profanata solo grazie ad un subacqueo con la mentalità dello speleologo. Tutto vero, ma qui siamo in mare e quindi procediamo con ordine. La maggior parte delle rocce ha pori e fratture che non sono percorribili. Le grotte sono invece delle cavità che possono essere percorse dall'uomo e che possono snodarsi nel sottosuolo anche per decine e centinaia di chilometri oltre a raggiungere profondità vicine ai duemila ........ CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO QUI

martedì 27 agosto 2013

Ultime news dal sito SPELEOSUBTEK

Sulla home-page del sito www.speleosubtek.com sono riportate alcune belle immagini del nostro amico Attilio Eusebio delle immersioni sul relitto del S. Guglielmo a Loano e sul relitto della Haven.






giovedì 18 luglio 2013

MASTER D’ARCHEOLOGIE MARITIME (Master di Archeologia Marittima e Costiera) - MoMArch

Aix-Marseille Université 
MASTER D’ARCHEOLOGIE MARITIME 
MASTER OF MARITIME AND COASTAL ARCHAEOLOGY 
MoMArch Appel à candidature pour l’année universitaire 2013-2014 
Responsable du master : Jean-Christophe SOURISSEAU 
Contact : momarch-master@mmsh.univ-aix.fr

Aix-Marseille Université met un place un nouveau Master d’Archéologie Maritime unique à l’échelle internationale, lauréat de l’appel à projet Académie d’Excellence 2013. 

Objectifs de la formation : Le master est destiné à former des spécialistes internationaux de très haut niveau de l’archéologie sous-marine et subaquatique, ainsi que de l’archéologie des aménagements anthropiques du littoral. Il vise notamment à préparer les futurs cadres de la recherche et de la protection du patrimoine maritime, et à les rendre immédiatement opérationnels.

venerdì 5 luglio 2013

VILLA DEI QUINTILI: intervento di bonifica e svuotamento della cisterna (servizio TV di Alfredo Di Giovampaolo del TG3 Lazio)


A Roma, nel mese di maggio 2013, è stato realizzato un intervento di bonifica e svuotamento dall’acqua nella conserva sita a S dell’acquedotto, tra il Grande Ninfeo e la Grande Cisterna della VILLA DEI QUINTILI sulla Via Appia Antica: le operazioni sono state condotte dall’associazione onlus A.S.S.O. (Archeologia Subacquea Speleologia Organizzazione) di Roma e seguite dall’archeologa Giuliana Galli, assistente collaboratrice della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma che qui conduce gli scavi insieme all’archeologo Riccardo Frontoni dal 1998. 
Il monumento (24,40 m. x 5,90 m) è realizzato su fondazione in scapoli di basalto, elevato in laterizio e sopraelevazione in blocchetti di peperino d’età medievale. La planimetria è quella classica polinave con due navate divise da una serie di 7 pilastri in laterizio ed è su due livelli sovrapposti. Internamente è completamente rivestita di intonaco di coccio pesto sul quale si possono notare ancora le teste dei chiodi di ferro (claves muscarii) che lo serravano al muro, in alcuni casi visibili entro dei buchi realizzati per estrarli, di epoca successiva. Particolare interessante è la presenza di un laghetto permanente esterno a S della cisterna, il quale è meta di passaggio di uccelli come l’airone ed è habitat naturale di una specie di tritone . Gli operatori della A.S.S.O. onlus, con le proprie attrezzature, hanno svuotato completamente dall’acqua il livello inferiore della cisterna ed hanno recuperato centinaia di bottiglie di vetro, frammenti di vetri di ogni genere, plastica e frammenti ceramici di piatti dei primi anni del ‘900. Quindi hanno effettuato i consueti rilievi metrici del monumento venendo a scoprire che nel piano inferiore sono stati realizzati altri pilastri intermedi per rinforzare le volte di copertura, sollecitate comunque dalla presenza di un’enorme quantità d’acqua della cisterna superiore, arrivando fino al numero di 17, dei quali 6 disassati rispetto al centro in particolare in corrispondenza del primo “pozzo”.



martedì 2 luglio 2013

Premio a Massimo D'Alessandro e alla ASSO a "SPELEONOTTE 2013" per il documentario "SU GOLOGONE: DOVE LA TERRA SI SPACCA"


Premio alla ASSO per la speleosubacquea nell'ambito della manifestazione "SPELEONOTTE 2013"
Cercare prosecuzioni in cavità già esplorate significa quasi sempre iniziare delle fasi di ricerca che portano a risalire pozzi dal basso, disostruire strettoie altrimenti impercorribili o superare parti allagate con tecniche speleosubacquee.
A questa ultima tecnica esplorativa gli Urban Divers della Fipsas cercano di dar modo di raccontarsi all’interno del contenitore di Speleonotte.
Per questo la notte del 13 luglio a S. Erasmo con la consueta presenza degli amici di sempre Gigi Casati e Luca Pedrali che ci ragguaglieranno sulle loro attività, verranno consegnati i premi UD di quest’anno.
Il primo in realtà non andrà a degli speleosub, ma quando ci si trova ad entrare con scafandri ed erogatori in una grotta a 40 gradi di temperatura, il fatto che manchi l’acqua diventa secondario. Gli esploratori del Progetto Kronio hanno dimostrato che con tecnica ed esperienza è possibile penetrare in ambienti che definire ostili sembra un eufemismo. Gli altri due premi seguiranno il percorso avviato l’anno passato, ovvero tentare di mettere in mostra le varie realtà speleosubacquee regionali, e così dopo la Sicilia questa volta tocca al Lazio.
Troveremo così il modo di ringraziare Massimo d’Alessandro ed i suoi partner della ASSO, una associazione che da tempo svolge una attività di documentazione ed esplorazione speleosubacquea di altissima qualità e che da poco ha presentato la sua ultima fatica: ”Su Gologone : dove la terra si spacca”, il cui trailer verrà proiettato nella notte cesana.
Per la Fipsas del Lazio verrà premiato Giancarlo Spaziani esploratore e fotografo con un curriculum lunghissimo di attività speleo e speleosubacquea, attualmente membro del Coordinamento Speleosubacqueo della Federazione Speleologica del Lazio.
C’è poi i Concorso Speleosubvideoweb, un modo per rivedere insieme ed apprezzare i “corti” video fatti dagli speleosub in condizioni non sempre ideali ed improponibili come qualità ma invece importantissimi per la documentazione di momenti esplorativi in certi casi “storici”. Quest’anno sono stati scelti i seguenti video:
  • “Operazione campo base – Fontanon di Goriuda” della Sezione Video Fotografica del Club Alpinistico Triestino
  • “ Orso Ponte di Nava, IV sifone!” di Gherardo Biolla e Giorgio Graglia (Gorgo)
  • “ Sidemount experience” di Stefano Degli Esposti e Stefano Maselli
  • “Cavity Artificial” di Sergio Agnellini

lunedì 1 luglio 2013

Disponibile gratuitamente on-line la Carta Archeologica Subacquea della Puglia Meridionale

E' liberamente accessibile online la Carta Archeologica Subacquea della Puglia Meridionale, presentata a Lecce lo scorso 18 giugno. Si tratta di un GIS realizzato dal Dipartimento Beni Culturali dell'Università del Salento, il Consorzio Universitario Interprovinciale Salentino CUIS, in collaborazione con ESRI Italia e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. La piattaforma utilizzata è ArcGIS OnLine. La carta archeologica raccoglie più di 650 ritrovamenti archeologici e subacquei, tra i quali relitti e frammenti, ritrovamenti isolati tutti raccolti o esistenti vicino lungo la costa del Puglia meridionale. Per ciascun POI della mappa una breve scheda informativa raccoglie i dati relativi alla posizione, profondità, descrizione e storia del ritrovamento e le immagini relative. 

venerdì 28 giugno 2013

Avviso di selezione per una proposta di studio sulle biomasse

Nell'ambito delle attività previste dal progetto MED-JELLYRISK, il CONISMA indice la selezione di N° 1 proposta di studio per uno stage di 20 gg da svolgersi presso l'ICM-CSIC di Barcellona (Spagna) e/o presso laboratori di ricerca associati, finalizzato allo scambio di esperienze tra il CONISMA e l' ICM-CSIC, per la gestione delle biomasse di meduse nel Mar Mediterraneo ed per la pianificazione di attività di mitigazione degli impatti sulle attività umane. Le attività dovranno essere condotte nel periodo compreso fra il 15 luglio e il 15 settembre 2013. 
L'attività di studio e di ricerca sarà svolta sotto il tutoraggio del coordinatore del Progetto, prof. Stefano Piraino e del responsabile scientifico del partner spagnolo, dr.ssa Veronica Fuentes. Il/la candidato/a risultato vincitore/vincitrice della selezione usufruirà di un rimborso spese per le spese di viaggio, soggiorno (vitto e alloggio) in Spagna, inclusi le eventuali spese di missione interne in Spagna, e per eventuali costi correlati allo svolgimento delle attività di studio e ricerca (noleggio mezzi o strumentazione, materiale di consumo, costi di spedizione materiale). Il rimborso spese sarà erogato sino ad un massimo di 2.500,00 euro omnicomprensivi di ogni onere e tassa. 
La domanda di partecipazione alla selezione (vedi form allegato) dovrà essere corredata dalla proposta di studio redatta in lingua inglese (max 4.000 caratteri), curriculum vitae, ed elenco pubblicazioni e dovrà pervenire al Coordinatore del progetto, Prof. Stefano Piraino, e-mail: stefano.piraino@unisalento.it , entro le ore 24 di lunedì 08 luglio 2013. 
La selezione sarà effettuata da una commissione composta dal Coordinatore del progetto, prof. Stefano Piraino, dal Responsabile scientifico del partner spagnolo, dr.ssa Veronica Fuentes, e dal Direttore dell'Unità Locale di Ricerca presso l'Università del Salento, prof. Ferdinando Boero, in base ai criteri di qualità scientifica della proposta e della coerenza con il programma di scambio. I candidati dovranno essere in possesso di titoli e/o pubblicazioni e/o documenti che attestino precedenti collaborazioni scientifiche con il CONISMA (Unità Locale Ricerca presso Università del Salento) e/o con il partner MEDJELLYRISK n. 1 (ICM-CSIC - Barcelona) anche in altri progetti aventi per oggetto delle ricerca la biologia ed ecologia delle meduse. Dovranno altresì dimostrare la conoscenza della lingua inglese mediante breve intervista con il Coordinatore del progetto (presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed ambientali, Università del Salento, o attraverso videoconferenza). I risultati della selezione saranno resi noti entro dieci giorni dalla scadenza dell'avviso di selezione. 
Per ogni chiarimento: mail to stefano.piraino@unisalento.it.

giovedì 27 giugno 2013

5-6-7 luglio 2013: "DAL TRAMONTO ALL’APPIA" - Serate di musica, cultura, visioni, silenzi. (Dedicato a Renato Nicolini)

"Ci vogliono migliaia di anni per fare una sera così..."


5-6-7 luglio 2013 - dalle 18.00 a mezzanotte - Ingressi gratuiti da Via Appia Antica presso Cecilia Metella e Capo di Bove


Ritorna l’appuntamento “Dal Tramonto all’Appia”. 
Alla sua seconda edizione l’iniziativa, che ha portato lungo la regina viarum musica, danza e proiezioni, è ormai una data da non perdere dell’estate romana. La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma rinnova e arricchisce il calendario di eventi serali che si svolgeranno tra Capo di Bove, il mausoleo di Cecilia Metella con il Castrum Caetani e la chiesa medievale di S. Nicola, da venerdì 5 a domenica 7 luglio. Questa edizione offre anche l’occasione per ricordare Renato Nicolini ideatore dell’estate romana e scomparso un anno fa. Nicolini e il suo progetto affatto effimero di animare le notti della capitale - aprendo piazze e monumenti a cinema, letture, spettacoli, musica - ritornano in una serie di filmati di repertorio proiettati negli spazi di Capo di Bove e di Cecilia Metella dalle 18.00 di sabato 6 e di domenica 7. Nello spazio dell’antica chiesa di San Nicola danza e musica si alterneranno durante le tre serate. Sabato 6 luglio lo scrittore Marco Lodoli racconterà squarci della capitale con una serie di letture intitolate “Isole romane” sullo sfondo della mole del mausoleo di Cecilia Metella e delle vestigia del Castrum Caetani. Gli spettacoli nell’area San Nicola spaziano dalla musica popolare, al Jazz, alla danza hip-hop che rivisita in modo arguto e ironico il patrimonio lirico nazionale. Le proiezioni scenografiche di Livia Cannella illumineranno il resto della notte, animata da degustazioni lungo il percorso e da visite guidate dei monumenti. Il festival è anche l’occasione per riflettere sui temi culturali e urbanistici della città, in particolare sui Fori e sull’Appia, attraverso la mostra fotografica e le proiezioni multimediali a Capo di Bove. 

Direzione artistica degli spettacoli: Alberto Bruni, Stefano Sestili
Coordinamento generale: Rita Paris




giovedì 30 maggio 2013

12 giugno: Convegno "Il collirio di Plinio"

Mercoledì 12 giugno alle ore 9.30, a Firenze nel Salone de' Dugento di Palazzo Vecchio, si tiene il convegno "Il collirio di Plinio". Vengono presentate le ricerche che hanno portato a identificare un antico medicamento tra i reperti del relitto del Pozzino, relativo a una nave naufragata nel golfo di Baratti/Populonia 2200 anni fa. 
Esperti e tecnici raccontano la ricerca mediante la quale è stato possibile identificare un antico medicamento tra i reperti di una nave naufragata a Baratti 2200 anni fa Accompagna la giornata di studi l'esposizione del contenuto della cassetta del medico del relitto navale del Pozzino presso il golfo di Baratti (Livorno).

Maggiori informazioni ed il programma dettagliato del convegno sono disponibili a questo link.

L'incontro è organizzato da Soprintendenza per i Beni archeologici della Toscana con la collaborazione di Archeologia Viva
Ingresso libero.

martedì 28 maggio 2013

NEWS DAL SITO www.speleosubtek.com

Sulla home-page di www.speleosubtek.com è riportato il programma scaricabile della attività subacquee della scuola "Deep Diving Academy" per il periodo maggio - settembre 2013. Inoltre è linkato il video di Costantini sulle passate esplorazioni della grotta della Zinzulusa (Castro- Lecce). 
Buona visione e buone immersioni. 
Speleosubtek Staff

lunedì 6 maggio 2013

Ladispoli: alla scoperta della storia e dell'archeologia. Dal 15 maggio inizia il corso gratuito in Biblioteca

Mercoledì 15 maggio presso la Biblioteca Civica di Ladispoli “Peppino Impastato” inizierà il corso intitolato “Storia e archeologia di Ladispoli e del suo territorio, dai presupposti preistorici all’epoca moderna” a cura dell’archeologo Dott. Flavio Enei, direttore del Museo Civico di Santa Marinella “Museo del Mare e della Navigazione Antica”.  


Il corso, fortemente voluto dall’assessore alla Cultura del Comune di Ladispoli Francesca Di Girolamo e dalla direttrice della biblioteca Marina Panunzi, è organizzato in collaborazione con i volontari per i beni culturali del Gruppo Archeologico del Territorio Cerite, attivi nel comprensorio da quasi 15 anni per la tutela e la valorizzazione del nostro ingente patrimonio. 

 L’iniziativa di divulgazione, di alto profilo scientifico, inizierà il prossimo 15 maggio alle ore 17.30 nella sala conferenze della biblioteca con la prima lezione ..... CONTINUA A LEGGERE IL COMUNICATO

11 maggio 2013: "SABINA SOTTERRANEA" - Incontro di studi speleo-archeologici

Sabato 11 Maggio, alle ore 16, presso la Sala Conferenze del Comune di Casperia si terrà il Secondo Incontro di studi speleo-archeologici dal titolo "LA SABINA SOTTERRANEA".
Organizzato dal Gruppo speleo-archeologico Vespertilio in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune di Casperia. 



Intervengono:
  • Cristiano Ranieri (Gruppo speleo-archeologico Vespertilio): "I culti di epoca romana nelle grotte sabine: Grotta Grande a Monteleone Sabino"
  • Tommaso Mattioli (Università di Perugia): "L'arte rupestre del riparo di Grotti nel quadro delle manifestazioni artistiche pre-protostoriche dell'Italia centrale"
  • C. Germani, V. Caloi, C. Galeazzi (CRS Egeria - Hypogea Federazione Gruppi Spel. del Lazio per le CA): "Ricerche speleologiche lungo l’acquedotto di Poggio Catino"
  • Gabriele D’uffizi (Gruppo speleo-archeologico Vespertilio): "L’antico acquedotto della Fonte del Pozzo a Casperia"
  • Riccardo Bertoldi (Gruppo speleo-archeologico Vespertilio): "Biodiversità in ambiente artificiale: ipogei sabini"
  • Cesare Silvi (Organizzazione di volontariato Valledelsalto.it): "Riscoperta di monumenti sotterranei e antichi paesaggi lungo il tratto del sentiero europeo E1 che attraversa la Valle del Salto" 

Partecipa il dott. Alessandro Betori in rappresentanza della Soprintendenza per i Beni archeologici del Lazio.

martedì 16 aprile 2013

20-28 aprile 2013: Secondo FESTIVAL INTERNAZIONALE DELL'EDITORIA DEL MARE


Secondo appuntamento con il Festival organizzato in collaborazione con la Libreria Internazionale Il Mare. Diversi i momenti in programma dedicati all’editoria internazionale del mare. 
  • La mostra LibridimareLibridamare presso la Nave Scuola “Giorgio Cini” della Guardia di Finanza, con circa 1.000 volumi riguardanti il mare in tutti i suoi aspetti e in numerose lingue.
  •  2º Premio Internazionale dell’Editoria del Mare. Per gli autori sono previsti premi nelle seguenti categorie: la letteratura, la manualistica, la fotografia, alla carriera e alla memoria.
  •  Il Convegno Internazionale “Piri Reis, la Cartografia Antica, Il Mediterraneo e oltre” a cura dell’Ammiraglio Paolo Bembo in collaborazione con Monica Ardemagni. L’appuntamento è per sabato 27 aprile.

Il Festival si svolge nell'ambito della manifestazione "YACHT MED FESTIVAL", Fiera Internazionale dell'Economia del Mare che si terrà a Gaeta dal 20 al 28 aprile 2013.



venerdì 12 aprile 2013

Notizie dal sito speleosubtek.com


Sulla home-page del sito www.speleosubtek.com sono riportate le immagini dell'ultimo corso Cavern (sagolatura, ricerca sagola, ecc..) terminato domenica alla Grotta dell'Orso di Ponte di Nava ed il PDF dell'articolo sulle grotte dello Yucatan uscito sulla rivista Montagne 360° (per gentile concessione della redazione della rivista).
Buona visione! Speleosubtek Staff

lunedì 8 aprile 2013

Un sincero ringraziamento per la vostra donazione del 5xMILLE e rinnovo dell'invito per il corrente anno


Un sincero ringraziamento per la vostra donazione del 5 x MILLE dello scorso anno e rinnovo dell'invito per l'anno corrente.
A seguito della pubblicazione da parte dell’Agenzia delle Entrate dell’elenco dei beneficiari del 5 per mille relativamente all’anno 2009 (i contributi vengono erogati alle onlus dopo tre anni dalla richiesta), alla nostra Onlus A.S.S.O. (Archeologia Subacquea Speleologia Organizzazione) è andato un contributo complessivo di 3.644,42 euro.

Vogliamo quindi rivolgere un sincero ringraziamento a chi ha voluto devolvere la propria parte alla nostra Onlus rinnovando ed estendendo l’invito alla donazione del 5 X mille anche per il 2013 indicando nel riquadro CUD riservato al “Sostegno delle Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale” il nostro codice fiscale 92003990584. 

giovedì 4 aprile 2013

SUMMER COURSES MEDITERRANEAN SEA 2013


The Marine Science Training Network is a collaboration between the HYDRA-Institute for Marine Sciences with Field Station on the Island of Elba/Italy and KAI Marine Services, a Spanish research and consulting company that mainly does shipbound expeditions. This year students have even more comprehensive possibilities to study the Mediterranen Sea during our summer courses. While on the HYDRA Field Station they get an introduction to scientific diving and various aspects of coastal marine biology, on board of the KAI sailing vessel they can become part of a research expedition in the framework of the EU LIFE+ MIGRATE project and study great pelagics in the waters of Malta, and while sailing from there back to the Balearic Islands.

For further information please refer to the following websites:


Graffiti della Subacquea Italiana


Per coloro che vogliono conoscere le proprie origini... di subacquei italiani... vogliamo consigliarvi questa splendida raccolta di ricordi:


di Marina e Franco Martini

venerdì 29 marzo 2013

Suggestive immagini subacquee della Grotta dell'Orso



Sulla home-page del sito www.speleosubtek.com sono riportate alcune nuove e suggestive immagini di Attilio Eusebio (Poppi) delle gallerie oltresifone dell'Orso di Ponte di Nava. 
Inoltre è stato caricato un vecchio filmato, metà anni '90, della piena della Grotta di Bossea, in quella occasione pare che il sifone si fosse tappato per poi stapparsi improvvisamente con il risultato che potete vedere.  Buona visione. Speleosubtek Staff

martedì 26 marzo 2013

Il nuovo sito web della rivista "OPERA IPOGEA"


OPERA IPOGEA è una rivista unica nel panorama editoriale. Testimonianza e memoria delle antiche opere sotterranee create dall'uomo in Italia e nel mondo.

Molte grandi opere dell'antichità fanno ormai stabilmente parte dell'immaginario della nostra cultura. Esistono però altre opere, meno note perché nascoste, altrettanto importanti per ricostruire l'evoluzione delle civiltà.

Ambienti sotterranei in cui si è conservata la memoria delle capacità progettuali e tecnologiche delle passate generazioni. Elementi determinanti per comprendere le regole, le strutture societarie e le consuetudini di vita quotidiana delle tante culture che si sono nel tempo succedute alle varie latitudini.

Corsi, Bandi e Borse di Studio (dal sito AIOSS - Associazione Italiana Operatori Scientifici Subacquei)


Corso teorico-pratico di Biologia Marina (Area Marina Protetta Punta Campanella, 2-7 luglio 2013):  Il corso ha come obiettivo lo studio dell’ambiente marino, con particolare riferimento alle specie ed agli habitat presenti nell’Area Marina Protetta Punta Campanella.  Sarà svolto attraverso lezioni frontali, immersioni subacquee, laboratori didattici e sedute di approfondimento tematico.  Le attività saranno condotte dai proff. Giovanni Fulvio Russo e Roberto Sandulli, dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope, in collaborazione col personale dell’Area Marina Protetta.  Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito: 
http://www.puntacampanella.org/corso-di-biologia-marina-2013.asp


Presso l'Ente Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena è indetta una procedura comparativa per l'individuazione di n. 3 tecnici laureati per il Monitoraggio degli Habitat e delle specie delle direttive Habitat e uccelli - Por Fesr 2007-2013 Asse IV Linee di attivita' .1.2 b. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito: 
http://albo.lamaddalenapark.it/pubblicazione/2013/0094


L’Associazione MARLINTREMITI ha pubblicato un bando per 4 borse di studio “MARE TREMITI 2013”Il bando è riservato a tutti gli studenti di Laurea Magistrale di età non superiore ai 30 anni, in possesso di un diploma di laurea triennale in materie scientifiche preferibilmente inerenti gli ambienti marini. I candidati dovranno presentare un progetto di Tesi di Laurea Magistrale inerente agli ambienti marini mediterranei che sarà sviluppato in parte o per intero nel periodo di permanenza alle Isole Tremiti presso il MARLINTREMITI e di cui si prevede la discussione finale entro l’A.A. 2012-2013. Le domande di partecipazione saranno valutate dalla commissione tecnico-scientifica in funzione del Curriculum Vitae del candidato e della qualità del progetto proposto.  La documentazione per partecipare al bando è disponibile sul sito: www.marlintremiti.it