Aiuta la A.S.SO.!

venerdì 30 maggio 2014

DRONI CHE VOLANO SULLA STORIA


L’impiego di aeromobili a pilotaggio remoto sta cambiando il modo di documentare il territorio in modo agile ed economico anche per quanto riguarda le aree e i monumenti archeologici. (di Mario Mazzoli - A.S.S.O. Onlus)

L’archeologo, il geografo, il geologo e altri specialisti spendono molto del loro impegno per procurarsi immagini. Foto in proprio, ortofoto, foto aeree, dettagli, riprese tramite palloni frenati e filmati presentano caratteristiche proprie dovute al mezzo di ripresa e alla situazione nella quale sono state realizzati; raramente si prestano a più usi. Ecco perché, da quando abbiamo cominciato a proporre l’utilizzo di droni (aeromobili a pilotaggio remoto o APR), le esperienze si sono moltiplicate a velocità impressionante. L’uso di questi velivoli presenta un rischio contenuto e consente molteplici opportunità. Ci riferiamo però a un impiego professionale, sfatando il mito che basti un corso di pilotaggio e l’acquisto di un bel drone per fare un lavoro credibile, quando ciò sarebbe sufficiente solo per giocare. Un risultato concreto – e fruibile anche dalla comunità scientifica – è invece condizionato da un complesso insieme di hardware, software e capacità del pilota che va continuamente aggiornato, bilanciato (spesso in loco) e che non s’improvvisa. Vale la pena citare Leonardo da Vinci: «Coloro che si innamorano della pratica senza scienza sono come il pilota che sale su una nave senza timone né bussola: questa non avrà mai sicurezza ovunque vada. Sempre la pratica deve essere costruita sulla buona teoria»...... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO




domenica 4 maggio 2014

UNA RIFORMA CHE RIFORMA POCO (articolo estratto dal numero 55-56 della rivista "l'Archeologo Subacqueo")

La riforma del MIBACT appena presentata con un DPCM, dopo il lungo lavoro di riflessione e proposte da parte della Commissione presieduta da Marco D'Alberti, sembra scontentare tutti. Critiche vengono espresse sia dall'interno che dall'esterno del ministero: sul piede di guerra, infatti, sono non solo i sindacati, i funzionari, i dirigenti che vedono in bilico il proprio ruolo, ma anche i docenti universitari, le associazioni culturali e professionali. La riorganizzazione, in realtà, è l'esito delle norme della spending review e dunque si è risolta - e forse non poteva essere diversamente - in una serie di accorpamenti di direzioni generali e di direzioni regionali. È cioè un' operazione di mera razionalizzazione, che rischia di scontentare tutti, sia chi desidera conservare l'attuale assetto, sia chi vorrebbe profondamente innovarlo. Le critiche mosse al decreto colpiscono questo o quell'accorpamento, contestano la perdita di alcune specificità (ad esempio la direzione generale per l'archeologia), individuano.... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO

venerdì 2 maggio 2014

24 e 25 maggio: CLOUD-CAM e A.S.S.O al "ROMA DRONE EXPO&SHOW"

Il 24 e il 25 maggio CLOUD-CAM, official partner A.S.S.O., parteciperà al "ROMA DRONE EXPO&SHOW", il primo salone aeronautico in Italia dedicato esclusivamente a droni, UAV e a tutti i mezzi aerei a pilotaggio remoto. 

Sarà visibile la flotta CLOUD-CAM al completo con cui verranno effettuati voli di prova e dimostrazioni, i video con gli ultimi lavori realizzati e l'anteprima assoluta del progetto "Volare nella storia" della A.S.S.O. di cui CLOUD-CAM è partner ufficiale e che ha la finalità di documentare e raccontare la storia e l'archeologia da un nuovo ed inconsueto punto di vista avvicinando lo spettatore a particolari nascosti e opere d'arte di solito difficilmente visibili da terra.

La manifestazione "ROMA DRONE EXPO&SHOW" nasce per offrire a questo nuovo mercato professionale, ma anche alla crescente folla di appassionati, un’occasione di incontro e di presentazione delle ultime novità. L'evento si svolgerà presso lo storico Stadio degli Eucalipti, gentilmente concesso dall’Università Roma Tre. L’impianto, intitolato nel maggio del 2008 al giornalista sportivo Alfredo Berra, è collocato non lontano dalla Basilica di San Paolo fuori le Mura, nei pressi del fiume Tevere. CLICCARE QUI PER MAGGIORI INFO