martedì 5 aprile 2016

Un sincero ringraziamento per la vostra donazione del 5xMILLE e rinnovo dell'invito per il 2016

Nel 2015 alla nostra Onlus A.S.S.O. (Archeologia Subacquea Speleologia Organizzazione) è stato riconosciuto come contributo del 5x1000 per l'anno 2013 un importo complessivo di 2.573,39 Euro per il quale siamo tutt'ora in attesa dell'erogazione. 

Rivolgiamo un sincero ringraziamento a chi ha voluto devolvere alle nostre attività la propria quota ed estendiamo l’invito alla donazione del 5X1000 anche per quest'anno, indicando nel riquadro CUD riservato al “Sostegno delle Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale” il nostro codice fiscale 92003990584. 

Perché proprio alla ASSO ? 

Chi ci conosce bene sa con quanta passione e determinazione portiamo avanti le nostre attività e quali siano i risultati. Per chi ne sa meno può essere utile dire che siamo affermati e costantemente attivi, con documentata credibilità e sincero approccio no profit, nella scoperta e nella tutela di ciò “che c’è sotto” i nostri piedi o le nostre acque. 

Operiamo prevalentemente attraverso ricerche ed esplorazioni nei settori dell’archeologia subacquea, delle cavità naturali, artificiali e nelle aree sotterranee sommerse. Un lavoro “nascosto” e costante non solo sotto il punto di vista degli ambienti fisici ma anche nella mentalità di chi dovrebbe gestire il soprassuolo, il sottosuolo, le acque interne, quelle marine o l’eredità storica e culturale di un Paese. 

L’affollamento e la sovrapposizione delle diverse competenze tra le amministrazioni pubbliche amplificano le complessità delle nostre operazioni che, proprio per i loro obiettivi e caratteristiche, devono invece essere trasversali sia sotto il punto di vista contenutistico che operativo. Se a questo scenario nazionale aggiungiamo la cronica carenza di disponibilità economiche ..... avremmo dovuto interrompere l’esperienza ASSO già da diversi anni. 

Noi, invece, continuiamo a crederci perché i risultati ci gratificano e i riscontri sono positivi anche se ogni anno lo sforzo per raggiungere risultati accettabili e documentati è sempre più gravoso. La nostra operazione “conoscenza” prosegue quindi con la dedizione e la determinazione di sempre ed il vostro supporto ci gratifica oltre che contribuire ad estendere la nostra capacità operativa, compressa dalla limitatezza risorse economiche quasi esclusivamente finanziate dai soci. 

Ecco perché invitiamo chi volesse destinarci il 5 per mille della sua Irpef ad indicare il nostro codice fiscale (92003990584) nella dichiarazione dei redditi (modello Unico o 730) o nella scheda CUD nel riquadro riservato al “Sostegno delle Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale”

Grazie per il vostro tempo e per quanto vorrete suggerirci. Il Team ASSO

lunedì 4 aprile 2016

Circeo, acquedotto sotterraneo: ridefinita la mappatura. Iniziativa di valorizzazione archeologica (da LatinaCorriere.it)

I volontari di Roma Sotterranea e dell’Associazione Asso sono tornati, questa mattina, nel cunicolo dell’ acquedotto sotterraneo del centro storico di San Felice Circeo. Questa volta è stata ridefinita la mappatura del percorso, grazie alla quale sarà possibile verificare l’esistenza di pozzi in superficie e l’orientamento verso la fonte che ancora resta sconosciuta. 

E’ stato anche effettuato un primo accesso alla grande cisterna che si trova sotto il piazzale San Francesco che, collegata con l’acquedotto sotterraneo, forniva l’acqua al paese. Tuttora la fontanella del Convento è alimentata da questo antico impianto idrico. 

Nei prossimi giorni si procederà alla preparazione di un progetto d’intervento che coinvolga il Comune, le Associazioni e la Soprintendenza e che abbia come scopo la conoscenza e lo studio di questo “Circeo sotterraneo” di cui tuttora si sa ben poco. L’iniziativa di oggi rientra nel percorso di valorizzazione dei beni archeologici del Circeo avviato ... CONTINUA A LEGGERE SU LATINACORRIERE.IT

L'Università di Foggia sbarca in Albania con il progetto "Liburna" (da FoggiaReporter)

La mostra di Tirana sarà occasione per presentare i risultati delle ricerche condotte dagli archeologi dell'Università di Foggia.

Martedì 12 aprile 2016 presso il Museo Storico Nazionale di Tirana si inaugura la mostra “Antiche Città e Paesaggi d’Albania” alla quale l’Università degli Studi di Foggia parteciperà con il Progetto internazionale di ricerche subacquee ‘Liburna. Archeologia subacquea in Albania’, realizzato in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Tirana, la ASSO di Roma, la Guardia di Finanza, l’Istituto di Archeologia di Tirana, e coordinato dai proff. Danilo Leone, Maria Turchiano, Giuliano Volpe. 

Il “Progetto Liburna” prende il nome dalla tipica imbarcazione illirica e si è posto, fin dalla sua elaborazione iniziale (anno 2007), come obiettivi principali sia la realizzazione di una carta archeologica del litorale albanese e l’indagine di alcuni siti di particolare interesse archeologico, sia la effettuazione di varie attività mirate alla formazione professionale di archeologi subacquei e alla tutela e valorizzazione del patrimonio sommerso. La mostra di Tirana sarà occasione per presentare, in particolare, i risultati delle ricerche condotte dagli archeologi dell’Università di Foggia nella ... CONTINUA A LEGGERE SU "FOGGIA REPORTER"

A QUESTO LINK E' DISPONIBILE ON LINE UNA VERSIONE COMPLETA DEL DOCUMENTARIO "ALBANIA: LA STORIA SOMMERSA" di Massimo D'Alessandro, prodotto dalla A.S.S.O.