Aiuta la A.S.SO.!

martedì 8 febbraio 2011

La A.S.S.O. collabora alla traduzione dei dialoghi italiani di "SANCTUM", il nuovo film di James Cameron, nelle sale l'11 febbraio


La A.S.S.O. ha avuto il piacere di collaborare all'adattamento dei dialoghi e del doppiaggio di "SANCTUM", il nuovo film di Alister Grierson, prodotto da James Cameron. Il supporto è stato fornito per la verifica della corretta traduzione di alcuni termini estremamente specialistici legati al settore della speloleogia subacquea. La traduzione, l'adattamento e il doppiaggio è stato ottimamente realizzata dalla società Technicolor, sotto la guida del bravissimo Marco Mete, nota voce del grande doppiaggio cinematografico italiano (Bruce Willis, Kevin Beacon, Roger Rabbit, etc.)


Il film è interamente girato in 3d e narra l'avventura di un gruppo di speleologi che rimane bloccato all'interno di una grotta a cui si accede da uno splendido "sinkhole" (dalle informazioni del sito ufficiale risulta localizzato nel Queensland, in Australia ma che a noi, nelle zone sommerse, sembra molto più un cenote messicano o il sistema di Wakulla Springs in Florida). Guardando il trailer del film abbiamo notato una strutturazione tecnica corretta e, a parte alcune spettacolarità forzate sui protagonisti, anche nel contenuto sembra migliore di molte pellicole ispirate a questo tipo di esplorazioni . Attendiamo di vedere se le promesse del trailer saranno mantenute nel film.
Fatte salve quindi le necessarie concessioni alla spettacolarità e alla drammaticità che un film deve sicuramente avere per la sua natura narrativa, chissà che questa non sia un'ottima occasione per far conoscere e apprezzare questo tipo di esplorazione anche al grande pubblico in quanto crediamo che i mondi sotterranei siano ormai rimasti gli unici territori della terra ancora ampiamente inesplorati e rappresentano, con la profondità degli oceani, l'ultima frontiera della scoperta umana sul pianeta.

L'ispirazione del film è data dalla tipologia classica dell'incidente di grotta che, di diverso una volta nella vita ad uno speleologo, In questo caso è dovuto ad una improvvisa variazione dei livelli idrici dovuta alle piogge. Gli accessi vengono completamente allagati e quindi la via di uscita risulta non più praticabile. E quando l'acqua è veramente tanta e non è possibile organizzare una spedizione di soccorso dall'ingresso .......l'unica via di uscita possibile non è più verso l'alto ma è verso il basso..... THE ONLY WAY OUT IS DOWN...
Il film esce nelle sale l'11 febbraio 2011. Lo aspettiamo con curiosità anche per il fatto, che dovrebbe rendere gli scenari assolutamente spettacolari, di averlo completamente girato in 3D!

2 commenti:

  1. Secondo me questi qui sono i più sfigati e più sprovveduti speleologi del mondo: Arriva la piena, invece di aspettare che passi vanno a schiaffarsi ancora più giù, gli si rompono le corde, uno prende fuoco... Ma nemmeno nella vita di tutti i componenti della NSS se sommiamo tutte le sfighe arriviamo a quello che capita a questi in un'ora e mezza di film!

    RispondiElimina
  2. Chissà se avrà più successo di Ocean 3D?

    RispondiElimina