mercoledì 3 agosto 2022

XXI INQUA Congress "Time for change" - 14-23 luglio 2023 - Università La Sapienza


The XXI INQUA Congress "Time for change" will take place at the Sapienza University in Rome between 14 and 20 July 2023. The Congress aims at gathering scholars from different fields of the Quaternary sciences to improve and disseminate knowledge on current societal, environmental and climate challenges.


We would like to draw your attention to the following session: Session 138 - Wet Environments and Human Communities: Interaction and Resilience in the Holocene and Antiquity.
(Scientific Theme 3A: Geological and climate forcing on ancient societies and feedbacks)

Conveners: Simon Stoddart, University of Cambridge, United Kingdom, (lead convener) / Andrea Babbi, Institute of Heritage Science of the National Research Council of Italy (ISPC-CNR), Italy; Leibniz- Forschungsinstitut für Archäologie des Römisch-Germanischen Zentralmuseums (RGZM), Germany / Alessandra Celant, Sapienza Università di Roma, Dipartimento di Biologia Ambientale, Italy /  Paolo Maria Guarino, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Italy / Mauro Lucarini, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Italy / Fabrizio Michelangeli, Sapienza Università di Roma, Dipartimento di Biologia Ambientale, Italy

INQUA commission(s): HABCOM-Humans and Biosphere

Abstract

The reciprocal and supporting relationship between past societies and water bodies has marked a long-lasting process of co-evolution, determining complex water–environment–people interactions with direct effects on social complexity, scale and organization, as well as on the rise and decline of ancient communities. Lakes, ponds, marshes, swamps, wetlands, lagoons, springs and rivers are vulnerable and changing environments prone to rapid hydroclimatic variations and recurrent ecological changes, affecting societal dynamics and development. These natural archives offer a unique opportunity to combine archaeological evidence (domestic structures; production areas/activities; docking facilities; canalization and land reclamation works; settlement fabric; burials; material culture, raw materials; means of transport; hints of exchange, cultural interaction and networking; documentary archives), palaeoecological proxies (pollen, carpological and anthracological remains, phytoliths, diatoms, ostracods, chironomids, insect fossils, biomolecules, and ancient DNA), and geological records (sedimentary sequences, varved deposits, speleothems, tephra layers). The large suite of evidence supplied by wet environments is fundamental to achieving a holistic perspective on the long-term environmental processes related to both human impact and climate fluctuations, as well as on casting light on the ecological and societal resilience to abrupt changes.

Philosophy

Our goal is to investigate the issue at hand with a landscape and transdisciplinary approach. In a nutshell, we aim at gathering scholars from different disciplines who can address new data and interpretations originating from their own research experience and perspective. By doing so, the participants will constructively share reflections on the topic as well as take advantage of a variety of scientific questions, case studies, theoretical prisms, investigation methodologies and strategies

Abstract submission is open, and the deadline is the 1st of November 2022 at: https://inquaroma2023.org/abstract-submission/

To draw up your abstract for either a lecture or a poster, please consider the following:
  • All abstracts must be submitted in English
  • Authors should indicate their preferred presentation mode (oral or poster) Number of words: minimum 250 maximum 350, excluding titles, authors and affiliations Plain text should be used without any special characters No references should be included Graphics will not be accepted

Early career and developing country scientists can apply for an INQUA financial support for conference attendance. The deadline for such application is also November 1st 2022.

By January 2023, i.e. well before the deadline for conference registration, the final decision will be taken on both the acceptance of abstracts and financial support; therefore, we strongly recommend te submission of abstracts. Finally, should the pandemic prevent in-person participation, the organising committee will fully refund the registration costs.

Information on the Congress is available at: https://inquaroma2023.org/.

We do look forward to receiving your contribution (oral or poster) in order to set up an informative, transdisciplinary and thought-provoking session! Feel free to forward this message and the attached flyer to colleagues potentially interested in session 138.

Thank you for your kind attention and see you in Rome!

giovedì 21 luglio 2022

28 luglio 2022. proiezione del documentario "ECCO CHE COMINCIAMO A DIPINGER CON LA PIETRA" all'Aquileia Film Festival

Giovedì 28 luglio, nella ambito dell'Aquileia Film Festival, verrà proiettato il documentario di Massimo D'Alessandro, "Ecco che cominciamo a dipinger con la pietra" prodotto dal Parco archeologico di Ostia antica in collaborazione con A.S.S.O. onlus

Il documentario narra il lungo e complesso restauro del mosaico di un edificio termale nel grande porto degli imperatori Claudio e Traiano, frequentato per secoli dai marinai della flotta imperiale romana.

L'ingresso è gratuito ma è obbligatoria la prenotazione on-line a questo link.

Il documentario partecipa al concorso per il premio del pubblico, che potrà votare in sala.

CLICCARE QUI PER IL PROGRAMMA COMPLETO DEL FESTIVAL

domenica 3 luglio 2022

Importanti scoperte nella terza campagna di scavo nella grotta santuario di Venere Sosandra condotta dalle Università di Foggia e Bari con il supporto tecnico della A.S.S.O.


Il 2 luglio si è conclusa la terza campagna di scavo nel grotta santuario di Venere Sosandra sull'isolotto di Sant'Eufemia a Vieste. 


Le ricerche archeologiche, iniziate nel 2019, con la direzione del Prof. Giuliano Volpe, sono condotte dalle Università di Bari e di Foggia con il supporto dei tecnici di archeologia subacquea dell’Onlus A.S.S.O di Roma.

Di seguito un video del Prof. Giuliano Volpe in cui si riassumono i risultati più importanti delle campagne di scavo e una rassegna stampa con i principali avvenimenti dello scavo.



Una breve sintesi dei lavori è stata anche presentata dal Prof. Giuliano Volpe nell'ambito del'Archeofilm Vieste, festival organizzato dalla rivista Archeologia Viva.










mercoledì 22 giugno 2022

Domenica 26 Giugno 2022: apertura straordinaria dell'incile dell'Emissario Albano

Domenica 26 Giugno 2022: apertura straordinaria dell'incile dell'Emissario Albano - ore 10,00/12,30 - 15,00/18,00. Ingresso gratuito. 

L'accesso alla struttura sarà regolato nel rispetto del bene oggetto di visita. 

L'apertura si svolge in occasione della presentazione del volume "Viaggio nel tempo alle Mole di Albano Laziale" ed in concomitanza con la rievocazione delle "lavandaie" che si terrà all'uscita dell'emissario in Loc. Le Mole. 

L'apertura straordinaria dell'incile è organizzata e curata dalla Federazione Hypogea, grazie agli accordi con gli Enti di tutela del bene ed alla disponibilità dei gruppi federati ASSO, Egeria CRS e Roma Sotterranea, che esporranno ai visitatori gli esiti del Progetto Albanus

Si invitano tutti gli interessati a lasciare le auto nei parcheggi autorizzati, raggiungendo a piedi, con breve passeggiata, l'ingresso dell'emissario che si trova in via dei Pescatori subito dopo il Centro Federale FICK.


venerdì 27 maggio 2022

Progetto UnderwaterMuse - Evento finale: dal 3 al 5 giugno 2022

Tre giorni intensi dal 3 al 5 giugno 2022 tra Lecce e Porto Cesareo per l'Evento finale del Progetto UnderwaterMuse.

L'evento in Puglia si articolerà in vari momenti e attività, che trovate nei seguenti programmi (PDF Italiano / PDF Inglese), per sperimentare insieme i risultati raggiunti: la partecipazione è libera con registrazione al form: bit.ly/UnderwaterMuse_Form

Di seguito tutte le info utili in breve, confidando di incontrarci nei prossimi giorni. 

 📌 Al Museo Castromediano di Lecce si svolgerà il Convegno “Stati generali della gestione dal basso del patrimonio subacqueo”, con partecipanti da tutto il bacino del Mediterraneo, si potrà visitare la Mostra fotografica del progetto, provare l’esplorazione immersiva di relitti e reperti con visori 3D, navigare nel Portale UnderwaterMuseMap e partecipare alla visita guidata del Museo. 

 📌 Nell'Area Marina Protetta di Porto Cesareo si svolgerà la visita snorkeling ai relitti delle Colonne, delle anfore Tripolitane e alla necropoli sommersa, si potrà visitare la Mostra archeologica di Torre Chianca e partecipare alla fruizione immersiva con visori 3D. 

 📌 Negli stessi giorni, inoltre, l'evento sarà affiancato da un press tour: giornaliste, giornalisti e blogger di settore visiteranno alcuni dei luoghi più significativi del patrimonio archeologico subacqueo salentino, quali il molo adrianeo di San Cataldo di Lecce, la Riserva Naturale e Oasi WWF Le Cesine, l'Area Marina Protetta di Porto Cesareo, i sarcofagi di San Pietro in Bevagna. 

 👥 L'evento finale è organizzato da Regione Puglia-Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio ed ERPAC FVG-Ente Regionale per il Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia, con Teatro Pubblico Pugliese-Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura, Poli Biblio-Museali di Puglia, Museo Castromediano, ESAC-Euromediterranean Seascapes Archaeology Center, Università del Salento, Università di Bari e Università di Foggia, in collaborazione con Area Marina Protetta e Comune di Porto Cesareo, Coordinamento Ambientalisti pro Porto Cesareo onlus e con il sostegno di Quarta Caffè. 

 🌐 Info, contatti e Segreteria scientifica: ESAC - Euromediterranean Seascapes Archaeology Center, esacpuglia@regione.puglia.it 

  • Antonella Antonazzo, Università del Salento: +393476546787, antonella.antonazzo@unisalento.it 
  • Luigi Coluccia, Università del Salento: +393335692102, luigi.coluccia@unisalento.it 
  • Claudia Pizzinato, Informest: +393356775367, claudia.pizzinato@gmail.com 

 👥 Il Progetto UnderwaterMuse-Immersive Underwater Museum experience for a wider inclusion dal 2019 si occupa di promozione e valorizzazione del patrimonio archeologico subacqueo sulle due sponde dell'Adriatico, attraverso la creazione di parchi e percorsi archeologici sommersi e l'uso di soluzioni digitali innovative per la fruizione in 4 siti campione: Torre Santa Sabina in Puglia, Caorle in Veneto, Grado in Friuli Venezia Giulia e Resnik/Siculi nella contea di Spalato in Croazia. Finanziato dal Programma di Cooperazione transfrontaliera Interreg Italia-Croazia 2014/2020, il progetto vede in partnership ERPAC FVG-Ente Regionale per il Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia (Lead partner), Regione Puglia-Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, Università Ca' Foscari Venezia, Public Institution for Coordination and Development of Split-Dalmatia County RERA S.D., Comune di Kastela. 

 🔗 Per tutti gli aggiornamenti: 

giovedì 28 aprile 2022

Presentazione del nuovo manuale di speleologia subacquea all'incontro per la Giornata Nazionale per il Diritto D'Autore


Un inaspettato successo del nostro nuovo Manuale di Speleologia Subacquea ci è stato riconosciuto nel corso della serata organizzata dal Club per l'Unesco per la giornata mondiale del libro, presso la splendida cornice della Chiesa di Santa Maria in Portico di Campitelli a Roma.

La Commissione Nazionale Speleosubacquea (CNS) della Società Speleologica Italiana, ha avuto l'onore e il piacere di essere invitata per il suo manuale, in compagnia di scrittori, autori e direttori di testate e reti. Una gratificante e bella esperienza che ci ha permesso, grazie alla simpatia e alla benevolenza di persone ben più autorevoli di noi, di condividere prospettive, contenuti, emozioni e fatti. 

Grazie al Club per l'UNESCO di Roma per l'invito e agli intervenuti per la simpatia riservataci La CNS