Cerca nel blog

GRAZIE PER IL TUO 5x1000 ALLA A.S.S.O. E RINNOVO INVITO PER IL 2018



Vogliamo ringraziare di cuore chi ha voluto devolvere alle nostre attività la propria quota negli anni scorsi ed estendiamo l’invito alla donazione del 5X1000 anche per quest'anno, indicando nel riquadro CUD riservato al “Sostegno delle Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale” il nostro codice fiscale 92003990584. Mentre coloro che ci conoscono lo sanno bene, perché altri dovrebbero pensare ad ASSO ?

venerdì 21 settembre 2012

Recensione del nostro documentario "COSA C'E' SOTTO?!" su "Opera Ipogea"

Sull'ultimo numero della rivista "OPERA IPOGEA" è stata pubblicata una recensione di Roberto Bixio del documentario "COSA C'E' SOTTO?!" di Massimo D'Alessandro e Mario Mazzoli, prodotto dalla nostra associazione.




"Ho sperimentato personalmente il video in un incontro con il pubblico e in un corso di speleologia affascinando, in entrambi i casi, i presenti! Il segreto? Qualità professionale, regia agile, commento sintetico e incisivo, riprese straordinarie in ambienti certamente non facili da filmare ed estremamente suggestivi per loro natura. Opportune le citazioni di Leonardo Da Vinci, Verne, Melville. I contenuti: archeologia subacquea, speleologia subacquea e non, speleologia in cavità artificiali, presentati con una serie di flash su esperienze condotte dalla organizzazione romana AS.S.O, "Archeologia Subacquea Speleologia Organizzazione", un team di appassionati prima ancora che di stimati specialisti in beni culturali "sotterranei" e tecniche multidisciplinari, che non ha bisogno di
presentazioni. Ottima l'idea di confezionare due documentari equivalenti per contenuti, di
diversa lunghezza (32' è 9') da usare a seconda delle occasioni, ad esempio in abbinamento alle presentazioni powerpoint realizzate dalla Società Speleologica Italiana, con le quali il video è in perfetta sintonia. Il DVD è realizzato in collaborazione con la Studio Blu Production e con il contributo della Regione Lazio."
Roberto Bixio

Nessun commento:

Posta un commento