venerdì 2 dicembre 2016

Articolo su rivista SUB di dicembre 2016


Sull'ultimo numero della rivista SUB di dicembre 2016, ora in edicola, è stato pubblicato un articolo di Mario Mazzoli, General Manager A.S.S.O., sulle esplorazioni delle cavità artificiali sommerse.
Al seguente link è possibile consultare la rivista e l'articolo: 


domenica 27 novembre 2016

Inaugurati i primi due padiglioni del museo delle navi di Pisa, le visite inizieranno il 3 dicembre

Dopo 18 anni d'attesa, dal 25 novembre è aperto al pubblico il "Museo delle Navi Antiche" di Pisa, un primo nucleo di quella che sarà una delle più importanti e grandi esposizioni archeologiche sulla marineria antica, la cosiddetta "Pompei del mare", con 30 imbarcazioni di epoca romana e altomedievale (di cui 13 integre), risalenti ad un periodo che va dal I secolo d.C. e il VII d.C.. 

Nel 1998, nei pressi della stazione ferroviaria di San Rossore, a Pisa, vennero alla luce i resti della prima nave, determinando il blocco dei lavori in corso per la sistemazione della ferrovia. Partì così il grande cantiere di scavo e di restauro, che, oltre agli scafi completi di carico, ha permesso di recuperare oggetti personali dei marinai, migliaia di frammenti ceramici, vetri, amuleti e metalli. 

L'apertura delle prime due sale negli Arsenali Medicei, nel centro di Pisa, ha coinciso con la ristrutturazione dell'intero complesso, costruito nella seconda metà del '500 per volontà di Cosimo I, grazie all'intervento del ministero dei Beni culturali. I primi due ambienti ad essere aperti al pubblico (saranno in tutto otto) sono la sala IV - con l'esposizione della prima imbarcazione rinvenuta, la nave "A" (lunga 18 metri e risalente al II secolo d.C) e una sezione introduttiva dedicata alla tecnica di costruzione delle navi e al cantiere messo in opera per seguire gli scavi - e la sala V (foto), dove saranno poi esposte tutte le navi restaurate, e che attualmente ospita la barca "F" (del II sec. d.C), piccola imbarcazione fluviale..... CONTINUA A LEGGERE SU NATIONAL GEOGRAPHIC

Vai al sito ufficiale delle navi di Pisa: http://www.navidipisa.it/


mercoledì 23 novembre 2016

Presentazione del libro: "DAL CASTRUM ALLA VIA DELLA QUINTANA, DAL TEMPIO ALLA CATTEDRALE" - 1 dicembre 2016, Foligno (PG)


GIOVEDI 1° DICEMBRE ORE 16,30
Palazzo Trinci, Foligno (PG) 
 Presentazione del libro 
'DAL CASTRUM ALLA VIA DELLA QUINTANA, DAL TEMPIO ALLA CATTEDRALE'
Studi topografici e architettonici tra ambiguità storiche e anomalie urbanistiche

a cura di Paolo Camerieri, Giovanna Galli, Giuliana Galli con un contributo del geologo Sergio Bovini, con il Patrocinio del Comune di Foligno e della Diocesi di Foligno, in collaborazione con l'Ordine degli Architetti P.P.C. della provincia di Perugia e dell'Associazione Innamorati del Centro di Foligno. 

Foligno città romana progetto a cura di Giuliana GalliIn questo secondo volume, sulla scia delle ricerche topografiche effettuate nella città di Foligno, pubblicate nel primo volume “Foligno città romana”, dove si ipotizza una continuità insediativa nel centro storico che reca evidenti allineamenti ortogonali secondo moduli tipici della colonizzazione romana, si presentano gli studi sulla cattedrale di S. Feliciano dove è stata riscontrata un’anomalia nel braccio sinistro del transetto, dettato da un edificio preesistente orientato secondo il cardo e inglobato successivamente dalla chiesa, e dove è stata ritrovata un’iscrizione dedicata alla dea Minerva, ancora oggi conservata nella cripta. 
La riscoperta più eclatante è stata quella della via Quintana, strada che divideva il quarto dal quinto squadrone della cavalleria romana, che qui si allenava con asta e fantoccio, oggi riconosciuta come prosecuzione del corso Cavour – XX Settembre ma interrotta per un tratto dall’ampliamento della cattedrale, oggi cortile del Museo Diocesano. I tre autori provano a ricostruire a ritroso la storia di questa zona della città fornendo una serie di dati e planimetrie topografiche delle diverse fasi storiche, con ipotesi e suggerimenti per eventuali ed opportune verifiche in sede di sondaggi archeologici e analizzano in modo dettagliato immagini e disegni della chiesa, alcuni inediti, ritrovati negli archivi storici della città. 
Presentano altresì alcune prospezioni nei pozzi del centro storico e riprese video-fotografiche con drone in volo per la prima volta sulla città, realizzati dall’associazione A.S.S.O. onlus di Roma, per verificare rispettivamente le quote delle falde acquifere ed i livelli di attingimento storici e riprendere dall’alto l’ortogonalità delle strade, recuperando altri dati da integrare con le misurazioni su piattaforma GIS (Sistema Informativo Geografico) per un’adeguata georeferenziazione della città e del suo territorio. 
Verranno inoltre proiettati video e foto realizzati durante le ispezioni nei pozzi e durante il volo del drone sulla città di Foligno dall'Associazione A.S.S.O. Onlus e Drone Solution di Roma.

lunedì 14 novembre 2016

Anagni: convenzione con Hypogea, alla scoperta dei sotterranei anagnini (da TG24INFO)

Firmata la convenzione con la quale il Comune metterà a disposizione il Patrimonio Pubblico sotterraneo di Anagni. L’obiettivo è quello di far effettuare ricerche, studi e proposte per rendere accessibile e fruibile il Patrimonio sotterraneo finora rimasto sconosciuto. Un motivo in più di rilancio economico, turistico e culturale, in quanto il mondo sotterraneo è ricco di strati di storia bellissimi con caratteri misteriosi ed affascinanti.

Mercoledì 9 novembre presso la Biblioteca Comunale alle ore 15, nel corso di una conferenza stampa, è stata siglata la convenzione tra amministrazione comunale guidata dal sindaco Fausto Bassetta e la Federazione Speleologica Hypogea, l’associazione di speleologi, attenta alle osservazioni dei sottosuoli, cavità naturali ed artificiali. Presenti il sindaco Bassetta, l’architetto Alberto Pulcini e la dott.ssa Carla Galeazzi. Dopo i sopralluoghi effettuati dagli operatori è risultato che ad Anagni, nonostante la ricchezza infinita di storia, non esiste nessun documento catastale in archivio, fatta eccezione per un solo documento che riguarda ... CONTINUA A LEGGERE SU TG24INFO

giovedì 10 novembre 2016

Bando per il Premio di Laurea "Rossana Maiorca 2017"

È online il BANDO per l'assegnazione del Premio di Laurea "Rossana Majorca".

Il 6 Gennaio 2005 ci lasciava Rossana Majorca, primatista mondiale nell'immersione sportiva in apnea, nonché figlia del grande Enzo. Per ricordare questa giovane campionessa e la sua grande passione per il mare, la famiglia di Enzo Majorca con il supporto dell’Associazione Sportiva FERREASUB di Monza, dell’Istituto TETHYS onlus di Milano, della FIPSAS, della Società TEMC DEOX di Milano, della Società ZERODIVE di Milano e di ASSOSUB, istituisce un premio con il fine di promuovere in giovani donne l’avanzamento delle conoscenze e della ricerca nell’ambito della biologia marina e nella salvaguardia del mare. 

Possono concorrere all’assegnazione dei Premi le studentesse che abbiano conseguito una Laurea Specialistica in Scienze Biologiche o Scienze Naturali o Scienze Ambientali presso un qualunque Ateneo italiano e discusso una tesi attinente l’ecosistema marino. Alla vincitrice del premio verrà offerta la possibilità di imbarcarsi a bordo delle Unità della Marina Militare Italiana per un periodo di 7 o 15 giorni e partecipare ad una delle crociere di ricerca che la Marina Militare stessa effettua nel Mar Mediterraneo. 

L'assegnazione del Primo Premio di Laurea in Scienze Biologiche, con indirizzo marino, intitolato a Rossana Majorca, vuole contribuire in minima parte a ricordarla e farla rivivere nei semplici contesti che lei stessa preferiva: il Mare con la M maiuscola, lo sport e la subacquea. La cerimonia di assegnazione del Premio avverrà in occasione dell’EUDI Show 2017, nei giorni 3-5 Marzo 2017 presso Bologna Fiere. Il Premio ha ottenuto nel 2015 l'alto Patrocinio della Marina Militare Italiana. 

Per informazioni sul premio e scaricare il bando di concorso consultare il sito http://www.premio-majorca.com

giovedì 3 novembre 2016

Convenzione tra Comune di Anagni (FR) e la Federazione Speleologica HYPOGEA per la tutela e valorizzazione delle aree sotterranee della città.

Il Comune di Anagni (FR) e la Federazione Speleologica HYPOGEA sottoscrivono una convenzione per valorizzare e tutelare le aree sotterranee della città. 

Un accordo che permetterà al Comune di avvalersi della collaborazione specialistica di Hypogea, operante nel campo della ricerca, esplorazione, studio, documentazione e valorizzazione delle aree sotterranee artificiali e naturali. 

La convenzione sarà firmata e illustrata nel corso di una conferenza stampa mercoledì 9 novembre alle ore 15:00 presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale Via Garibaldi – Anagni (FR)


HYPOGEA, Federazione dei Gruppi speleologici del Lazio per la ricerca e la valorizzazione delle cavità artificiali, è stata fondata da tre importanti realtà nel settore dell’esplorazione e documentazione di cavità artificiali: A.S.S.O., Egeria e Roma Sotterranea.

domenica 30 ottobre 2016

Gli atti del congresso internazionale HYPOGEA2015 sono ora disponibili on-line


E' ora disponibile on-line il corposo volume contenente gli atti del Congresso Internazionale sulle Cavità Artificiali HYPOGEA2015

70 contributi scientifici da 122 relatori e 12 nazioni (Italia, Armenia, Bulgaria, Croazia, Francia, Germania, Georgia, Inghilterra, Israele, Repubblica Ceca, Russia, Svizzera, Turchia) che si sono confrontati su molteplici tematiche ed esposto i risultati di importanti ricerche multidisciplinari. Oltre a relazioni su specifiche aree sotterranee, è stato possibile condividere e discutere temi trasversali all’attività come lo studio e censimento delle antiche opere idrauliche e di culto, le nuove tecnologie impiegate nell’esplorazione e nel rilievo topografico delle cavità artificiali, l’analisi di particolari speleotemi presenti nelle strutture sotterranee di origine antropica, le opere minerarie e il relativo rischio esplorativo, le esplorazioni speleo subacquee in cavità artificiali e il confronto tra le diverse tipologie si cavità artificiali presenti nei vari paesi, la loro schedatura e codifica. 

L’evento è stato organizzato da HYPOGEA, Federazione dei Gruppi speleologici del Lazio per la ricerca e la valorizzazione delle cavità artificiali fondata da tre importanti realtà nel settore dell’esplorazione e documentazione di cavità artificiali: A.S.S.O., Egeria e Roma Sotterranea. Tenuto sotto l’egida della International Union of Speleology e della Società Speleologica Italiana, ha ottenuto il patrocinio del Consiglio Nazionale delle Ricerche – Dipartimento Scienze del Sistema Terra e Tecnologie per l’Ambiente, Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica, del Parco Regionale dei Castelli Romani e della Società Italiana di Geologia Ambientale. 

La pubblicazione è in lingua inglese.