sabato 29 aprile 2017

Grazie per la vostra donazione del 5x1000 ed invito per il 2017

Nel 2016 alla nostra Onlus A.S.S.O. (Archeologia Subacquea Speleologia Organizzazione) è stato riconosciuto un contributo del 5x1000 – anno 2014 - pari a 4201,38 €. 

Rivolgiamo un sincero grazie a chi ha voluto devolvere alle nostre attività la propria quota ed estendiamo l’invito alla donazione del 5X1000 anche per quest'anno. 

Perché chi non ci conosce dovrebbe pensare ad ASSO ? 

Perché siamo affermati e costantemente attivi, con documentata credibilità e sincero approccio no profit, nella scoperta e nella tutela di ciò “che c’è sotto” i nostri piedi o le nostre acque. Non abbiamo paura a definirci un vero team. Impieghiamo cuore e testa, oltre a risorse economiche proprie, operando prevalentemente attraverso ricerche ed esplorazioni nei settori dell’archeologia subacquea, delle cavità naturali, artificiali e nelle aree sotterranee sommerse. I risultati ci gratificano e i riscontri sono positivi anche se ogni anno lo sforzo per raggiungere traguardi accettabili e documentati è sempre più gravoso. 

La nostra operazione “conoscenza” prosegue però con la dedizione e la determinazione di sempre ed il vostro supporto ci aiuta concretamente a integrare le risorse economiche finanziate dai soci. 

Questo è il motivo per il quale invitiamo chi volesse destinarci il 5 per mille della sua Irpef ad indicare il nostro codice fiscale (92003990584) nella dichiarazione dei redditi (modello Unico o 730) o nella scheda CUD nel riquadro riservato al “Sostegno delle Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale” 

Ed inoltre:


Sostieni la A.S.S.O. quando compri su internet. Con Helpfreely puoi comprare in migliaia di negozi online e una parte della tua spesa verrà convertita gratuitamente in una donazione per A.S.S.O. Registrati ora e inizia a donare gratis a A.S.S.O.



Puoi sostenere la A.S.S.O. anche con donazioni dirette in denaro, beni e/o servizi (erogazioni liberali) i cui importi sono detraibili (persone fisiche) o deducibili (imprese) dalla dichiarazione dei redditi.  Contattaci per maggiori info.

domenica 16 aprile 2017

Cristalli di calcare a filo d’acqua, al Circeo suggestioni di ghiaccio nell’antica cisterna sotterranea




Uno spettacolo inedito quello che si è presentato davanti agli occhi dei subacquei dell’associazione Asso in missione al Circeo. Asso sta per “Archeologia Subacquea Speleologia Organizzazione”, il sodalizio che insieme all’Associazione Romana Sotterranea ha una convenzione con il Comune di San Felice Circeo per le ricerche subacquee di interesse culturale, ambientale e turistico al fine della valorizzazione di percorsi, siti e reperti archeologici. Ebbene, questa mattina quando armati di scafandri i volontari Asso si sono calati nell’antica cisterna, collegata all’acquedotto romano del centro storico di San Felice Circeo hanno trovato una distesa d’acqua di quaranta metri quadrati, completamente ricoperta di cristalli di calcare. L’effetto ottico è stato suggestivo: sembrava ghiaccio. 

Del singolare episodio – i palombari si erano già immersi altre volte nella cisterna – sono state effettuate anche delle riprese video che saranno presto diffuse dall’associazione. Ad ogni buon conto l’operazione di oggi è servita a fare il punto sul percorso turistico che sarà realizzato non appena l’ufficio preposto del Comune provvederà ad affidare i lavori, già finanziati con fondi propri dell’ente municipale ed approvati da apposita conferenza dei servizi, che renderanno accessibile l’antica cisterna ad utenti visitatori. Le opere programmate non ..... CONTINUA A LEGGERE SU LATINACORRIERE.IT

venerdì 24 marzo 2017

31 marzo 2017: IL MARE DEGLI ANTICHI E L'ARCHEOLOGIA SUBACQUEA


Il Centro Sub Castelli in collaborazione con ASSO - Archeologia Subacquea Speleologia Organizzazione presenta "Il mare degli antichi e l'archeologia subacquea": uno splendido viaggio nel mar mediterraneo tra foto, video e scavi inediti. Con la partecipazione del direttore generale di A.S.S.O. Onlus, il dott. Mario Mazzoli

L'evento si terrà venerdì 31 marzo alle ore 20.00 presso il ristorante Le Mimose (Via dei laghi km. 10,100 - Rocca di Papa) ed è aperto a tutti, subacquei e non. Scopri la passione per il mare in nostra compagnia. 

INGRESSO GRATUITO 

Possibilità di cenare al termine dell'evento presso il Le Mimose.

giovedì 23 marzo 2017

23 marzo 2017: GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA


La GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA (in inglese: World Water Day) è una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, prevista all'interno delle direttive dell'agenda 21, risultato della conferenza di Rio. Il 22 marzo di ogni anno gli Stati che siedono all'interno dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitati alla promozione dell'acqua promuovendo attività concrete nei loro rispettivi Paesi. Con la coordinazione del dipartimento degli affari sociali e economici dell'ONU, la giornata internazionale dell'acqua 2005 determinò l'inizio di una seconda decade internazionale delle Nazioni Unite dedicata alle azioni per l'acqua.

Gli speleologi italiani supportano da sempre questa importante campagna di sensibilizzazione con l'iniziativa "L'ACQUA CHE BERREMO" da cui riportiamo qui di seguito un breve estratto:

"Il tema della Giornata Mondiale dell'Acqua 2017 è: PERCHÈ SPRECARLA? 
 A livello globale, la stragrande maggioranza di tutte le acque reflue dalle nostre case, città, industrie e colture rifluisce nella natura senza essere trattata o riutilizzata – inquinando l’ambiente, e perdendo preziose sostanze nutritive e altri materiali recuperabili. Invece di sprecare acque reflue, abbiamo bisogno di ridurle e riutilizzarle. 
Nelle nostre case, possiamo riutilizzare le acque grigie nei nostri giardini e terreni. Nelle nostre città, possiamo trattare e riutilizzare le acque reflue per gli spazi verdi. Nell'industria e nell'agricoltura, possiamo trattare e riciclare gli scarichi dei sistemi di raffreddamento per l’irrigazione. Sfruttando questa preziosa risorsa, faremo lavorare meglio il ciclo dell’acqua per ogni essere vivente. 
E contribuiremo a realizzare l’obiettivo di sviluppo sostenibile 6, dimezzare la percentuale di acque reflue non trattate e di aumentare il riciclo dell’acqua e il suo riutilizzo sicuro."

sabato 18 marzo 2017

Circeo, consegnato al Comune il ceppo di un'antica ancora. (da Latinaoggi.it)

Consegnato questa mattina al Comune di San Felice Circeo il ceppo di un'antica ancora pescato attorno al promontorio. si ritiene che il reperto sia di epoca romana, anche se non è stata ancora effettuata una datazione certa.
Ad ogni buon conto la parte di ancora rinvenuta, in piombo e della lunghezza di un metro e 80 centimetri, grazie alla collaborazione della cooperativa "S.F.Circeo" - fanno sapere Eugenio Saputo e Franco Domenichelli, rispettivamente vice sindaco e delegato ai beni storico-archeologici - è stata sistemata ed è già visibile, presso la porta del Parco, che ospiterà il museo civico "Marcello Zei", la cui istituzione è stata deliberata dal consiglio comunale.
Mario Mazzoli, direttore dell'associazione A.S.S.O. di archeologia subacquea, che ha da poco firmato una convenzione col Comune per effettuare delle indagini sottomarine delle tante vestigia storiche nascoste nelle acque del Circeo, ha dichiarato: "La quantità di concrezioni.... CONTINUA A LEGGERE SU LATINAOGGI.IT


mercoledì 15 marzo 2017

Ricordare il passato e progettare il futuro: la A.S.S.O. compie 25 anni (dalla rivista L'Archeologo Subacqueo)

La rivista L'Archeologo Subacqueo, in occasione del venticinquesimo della fondazione della A.S.S.O. onlus che si è celebrato nel 2015, dedica un lungo articolo di fondo alla nostra Associazione ripercorrendone la storia ed i lavori svolti nell'ambito della tutela e valorizzazione del patrimonio culturale sommerso.




Riscoperta di un borgo antico: San Lorenzo sulla Francigena


Sull'ultimo numero della rivista Archeologia Viva, ora in edicola, è stato pubblicato un articolo di Carla Galeazzi, Carlo Germani (Egeria CRS) e Mario Mazzoli (A.S.S.O.) sulle ricerche ed esplorazioni dei resti del paese di San Lorenzo, abitato per duemila anni ma di cui si era persa la memoria. A questo link un estratto dell'articolo 

mercoledì 8 marzo 2017

Il Centro Archeologico Studi Navali e la mostra NAVALIA (da L'Archeologo Subacqueo)

Il Centro Archeologico Studi Navali (C.A.S.N.), diretto da Mario Palmieri, opera ormai da cinque anni organizzando laboratori e conducendo ricerche e progetti di archeologia sperimentale sulle tecniche di costruzione e propulsione navale antica, sugli apparati e sistemi tecnologici imbarcati sia di natura idraulica sia balistica. Allo sopo di integrare le proprie competenze ed avviare una filiera tecnologica di livello internazionale nel 2015 ha siglato un accordo di collaborazione con la A.S.S.O. mentre per il 2016 è previsto l'accordo con l'Università degli Studi di Roma Tre per avviare attività sperimentali presso il laboratorio. 
A partire dal 20 luglio e fino al 30 ottobre 2015, presso i Magazzini Romani di Civitavecchia, è stata allestita la mostra "Navalia. Potenza e tecnologia della flotta romana", caratterizzata per il forte impatto emotivo...... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO QUI

martedì 28 febbraio 2017

La A.S.S.O. presente alla 25 edizione dell'EUDI SHOW, a Bologna dal 3 al 5 marzo


Domenica 5 marzo, presso la sala VideoSub Cafe', Stefano Barbaresi e Mario Mazzoli terranno un incontro sulle esplorazioni speleosubacquee in grotta raccontando i venticinque anni della A.S.S.O. nelle esplorazioni, ricerche, formazione e progetti di sviluppo in ambito archeologico, naturalistico e scientifico sia in ambienti sommersi che sotterranei. Immagini video inedite e spettacolari accompagneranno la relazione che è pensata sia per la comunità specialistica che per il pubblico più eterogeneo.


Sempre nell'ambito della manifestazione la A.S.S.O. partecipa anche al concorso Eudi Movie 2017 con alcuni filmati sull'esplorazione dei relitti della "Nave Ospedale PO", dell'"Asia" e dell'"Aderno" e con il documentario di Massimo D'Alessandro, "Su Gologone: dove la terra si spacca". A questo link è possibile visionare tutti i video in concorso.